Scuola Notizie

8 Gennaio 2018

Viaggio in Italia: la Corte costituzionale nelle scuole

Viaggio in Italia: la Corte costituzionale nelle scuole

8 January 2018

Al via il ciclo di incontri sulla Costituzione Presentato il progetto nazionale dal Presidente Grossi e dalla Ministra Fedeli

Al via il progetto “Viaggio in Italia: la Corte costituzionale nelle scuole”. Un viaggio di cinque mesi, fino a fine maggio, che porterà i giudici costituzionali nelle aule di tutta Italia. L’iniziativa è promossa dalla Corte costituzionale e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. È stata presentata questa mattina, presso l’Istituto Tecnico Agrario “Emilio Sereni” di Roma, dal Presidente della Corte costituzionale Paolo Grossi e dalla Ministra Valeria Fedeli che hanno anche firmato la Carta d’Intenti per l’avvio del progetto. Durante il “viaggio” saranno approfonditi, tra gli altri, i temi della genesi, della composizione e del funzionamento della Corte costituzionale, nonché della sua attività, illustrata attraverso le sentenze che hanno inciso di più nella vita quotidiana delle persone.
“Viaggio in Italia è un progetto straordinario – ha detto la Ministra Valeria Fedeli -. La Costituzione rappresenta il cemento della nostra comunità e un manifesto di principi e valori a cui ispirare l’azione di ciascuna e ciascuno di noi nella società, nella vita personale e nella politica. Questo progetto – ha aggiunto la Ministra – vuole far sì che le nuove generazioni incontrino quanto prima nel loro percorso formativo la Carta Costituzionale, che la avvertano come familiare, che ne riconoscano il valore di strumento di coesione sociale, di guida per una cittadinanza attiva e responsabile”.
“Questo progetto – ha spiegato il Presidente Grossi – ha un significato particolare che è quello, allo stesso tempo, di adempiere a un dovere e a una responsabilità verso la società civile e soprattutto verso i giovani. Dobbiamo fare di più per aiutare le nuove generazioni a familiarizzare con la Costituzione”.

Obiettivo del progetto è accrescere nelle e nei giovani, protagonisti del futuro, la consapevolezza e la condivisione dei valori di cittadinanza, di legalità e di democrazia nonché la conoscenza del ruolo svolto dalla Corte costituzionale a garanzia dei diritti e delle libertà fondamentali.

Nel corso della mattinata è stato anche presentato il concorso nazionale “La Costituzione dei ragazzi”, rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado. Si propone di offrire alle studentesse e agli studenti un’occasione di riflessione e confronto sulla nascita della Repubblica e sull’importanza assunta dalla Carta costituzionale in questi 70 anni nella crescita di un’Italia democratica.

In allegato:

– il link alla galleria fotografica:
https://www.flickr.com/photos/miursocial/albums/72157662419100747

– il calendario degli incontri

Fonte dell’articolo: MIUR



Viaggio in Italia: la Corte costituzionale nelle scuole
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 1 Dicembre 2022

Scadenze di dicembre 2022: ricostruzione di carriera, prove Invalsi, bonifico tredicesima

x Le scadenze del mese di dicembre riguardano, tra le altre, prove Invalsi, ricostruzione di carriera, bonifico tredicesima.

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Il servizio “igienico personale” in Sicilia. Lettera

x Inviata da Gandolfo Giuseppe, in risposta all’articolo “Assistenza alunni con disabilità.

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Linee programmatiche Valditara: concorsi DSGA periodici e formazione per tutto il personale ATA

x Il personale ATA è parte integrante della comunità.

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Promuovere e potenziare le discipline STEM. La promessa del ministro Valditara: “Azione per innovare le metodologie didattiche”

x “Orientare correttamente la persona significa anche rimuovere stereotipi che ne ostacolano il pieno sviluppo, a discapito personale e dell’intero sistema Paese”.

torna all'inizio del contenuto
//thaudray.com/4/4339693 https://omoonsih.net/pfe/current/tag.min.js?z=4339695