Attualità

6 Marzo 2022

Ucraina, scuole sotto attacco. L’allarme di Save the Children

In Ucraina decine di bambini e bambine sono stati uccisi nei combattimenti, che hanno riguardato anche il bombardamento di strutture educative in tutto i Paese. È un bilancio che sembra aumentare di ora in ora: gli attacchi alle scuole stanno mettendo in pericolo la vita e il futuro di milioni di bambini e bambine. A lanciare l’allarme è Save the Children.
Secondo gli ultimi dati delle Nazioni Unite, in Ucraina almeno 6 strutture educative sono state bombardate negli ultimi giorni togliendo la vita a una bimba di appena 7 anni e a due insegnanti. 
Dal 2014, a causa del conflitto nell’Ucraina Orientale, assistiamo agli attacchi alle scuole: 750 sono state distrutte, danneggiate o costrette a chiudere. Tutto questo nega ai bambini e alle bambine l’accesso all’istruzione, al loro futuro e mette in pericolo la loro vita. 
Ad oggi, nella parte est dell’Ucraina, le scuole sono state chiuse e di conseguenza a circa 350.000 è negato l’accesso all’istruzione. In altre aree, dove ancora le scuole sono ancora aperte, i genitori mandano a scuola i loro figli e figlie con addosso adesivi che riportano il gruppo sanguigno: temono che possano essere feriti.
Le scuole sono spazi sicuri e inviolabili: anche in conflitto ne deve essere garantita la protezione per bambini e insegnanti. Gli attacchi contro scuole e ospedali, infatti, sono classificati dalle Nazioni Unite come una delle sei gravi violazioni contro i bambini.  
Secondo quanto racconta Save the Children, Eva, 15 anni, ha riferito agli operatori di essere fuggita dal suo villaggio con i suoi genitori durante una tregua dei bombardamenti. Subito dopo la sua scuola è stata colpita. “I miei nonni, molti bambini, i miei compagni di classe, gli anziani e tanta altra gente che non ha la possibilità di andarsene, sono rimasti nel villaggio”, ha dichiarato in una testimonianza audio. “Alcune persone, che sono riuscite a lasciare il villaggio dopo di noi, mi hanno detto che ormai quasi una casa su due è stata danneggiata e anche la nostra scuola è stata bersaglio di colpi diretti“, ha concluso.
“Le scuole non devono diventare campi di battaglia dove si scatenano le guerre e gli studenti sono le vittime. Ogni scuola che viene danneggiata o distrutta, ogni lezione persa, è un passo indietro per far sì che i bambini possano sperimentare, imparare, avere delle prospettive, costruire un futuro migliore “, ha dichiarato Irina Saghoyan, direttore di Save the Children per l’Europa orientale. “Le scuole, gli insegnanti e gli studenti devono essere protetti dagli attacchi. La tutela delle infrastrutture civili essenziali, come scuole e ospedali, e dei civili deve essere la priorità assoluta di tutte le parti.  Ridurre al minimo la loro sofferenza in questo conflitto è un obbligo legale. Save the Children chiede un’immediata cessazione delle ostilità, unico modo per proteggere i bambini dalla violenza e da altre violazioni dei loro diritti“, ha concluso Irina Saghoyan.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
, , Pubblicato da Redazione Tuttoscuola
In Ucraina decine di bambini e bambine sono stati uccisi nei combattimenti, che hanno riguardato anche il bombardamento di strutture educative in tutto i Paese. È un bilancio che sembra aumentare di ora in ora: gli attacchi alle scuole stanno mettendo in pericolo la vita e il futuro di milioni di bambini e bambine. A lanciare […]
The post Ucraina, scuole sotto attacco. L’allarme di Save the Children appeared first on Tuttoscuola., Photo Credit: , Tuttoscuola

Powered by the Echo RSS Plugin by CodeRevolution.


Ucraina, scuole sotto attacco. L’allarme di Save the Children
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 27 Gennaio 2023

Supplenze, “scuola non mi vuole assumere da MAD perchè ho spezzone altra classe di concorso in diversa provincia”. E’ corretto?

x Supplenze anno scolastico 2022/23: il divieto di inviare le MAD domande di messa a disposizione per i docenti inseriti in una qualsiasi graduatoria persiste.

Scuola Notizie 27 Gennaio 2023

Concorso ordinario secondaria 2020: le graduatorie. Aggiornato con B024

x Concorso ordinario per la scuola secondaria di cui al DD n.

Scuola Notizie 27 Gennaio 2023

PNRR e Scuola 4.0: cerchi un supporto ma non è previsto dai fondi? Abbiamo la soluzione per te

x Tra poche settimane le scuole saranno chiamate a presentare i progetti del piano Scuola 4.

Scuola Notizie 27 Gennaio 2023

Stipendi insegnanti, sindacati contrari alla differenziazione. Valditara: ‘Mai messo in discussione il contratto nazionale’

x “La proposta del Ministro Valditara di aumentare gli stipendi ai docenti della scuola che lavorano nelle regioni del Nord è un errore oltre che un abbaglio.

torna all'inizio del contenuto
//waufooke.com/4/4339693 https://asleavannychan.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695