Scuola Notizie

21 Novembre 2022

Più stipendio netto per docenti e Ata, via dal lavoro con Quota 103, stretta sul reddito di cittadinanza, la manovra 2023 oggi in Consiglio dei Ministri. Le ultime notizie

Oggi è il giorno del varo del disegno di legge della manovra 2023, la prima del governo Meloni. Sono previste misure per 30-32 miliardi: una legge di bilancio “attenta a famiglie e imprese, con particolare attenzione ai redditi bassi”, secondo la premier Giorgia Meloni. Sul tavolo del governo, secondo quando emerso dal vertice di maggioranza del 18 novembre scorso, taglio del cuneo fiscale, Quota 103 per le pensioni, flat tax estesa, stretta sul reddito di cittadinanza. C’è attesa anche per capire quali saranno gli interventi specifici per il mondo della scuola, ma, allo stato attuale, non sembrano esserci grandi novità in tema di risorse: saranno stanziati i fondi per le attività inderogabili, il resto sarà rimandato ai prossimi provvedimenti dell’esecutivo. Quota 103 Tra le misure allo studio prende ormai corpo quella che riguarda le pensioni: per il 2023 entrerebbe in vigore Quota 103, cioè permettere la via d’uscita dal lavoro a chi ha 62 anni di età e 41 anni di contributi. La riforma più ampia, secondo alcune indiscrezioni, preluderebbe l’uscita con il solo requisito contributivo, fissato a 41 anni, senza nessun vincolo anagrafico. Flat tax al 15% fino a 85mila euro Per quanto riguarda, invece, la flat tax, ci sarà l’imposta piatta del 15% con ricavi fino a 85mila euro: dagli attuali 65mila all’obiettivo dei 100mila si passa al livello intermedio. Non solo: prevista la cancellazione delle mini-cartelle fino a 1000 euro e uno sconto del 50% di quelle tra 1000 e 3000 euro. Si ventila poi una riduzione o azzeramento per un anno dell’Iva su pane, pasta e latte e Iva ridotta al 5% sui prodotti per l’infanzia e l’igiene intima femminile, cioè gli assorbenti. Taglio del cuneo fiscale Previsto anche il taglio di due punti del cuneo fiscale per i dipendenti, misura già decisa dal governo Draghi: l’obiettivo del taglio sarà quello di incrementare la somma netta percepita dal lavoratore con lo stipendio. Sarà rifinanziato con quasi 4 miliardi di euro. Con cuneo fiscale intendiamo la differenza tra lo stipendio lordo versato dal datore di lavoro per il dipendente e la busta paga netta incassata da questi. Il governo pensa, dunque, alla proroga della misura per aumentare così i benefici rivolti ai lavoratori, che. avendo più soldi in tasca, avrebbero anche maggiori capacità di spesa. Il taglio sarà incrementato di un altro punto, fino a 3 punti, per le fasce più fragili, quelle con un reddito inferiore a 20mila euro, mentre si va verso una replica del taglio di 2 punti per i redditi fino a 35mila euro. Misure per famiglia Provvedimenti anche per famiglia e natalità.  Ci dovrebbe essere poi un raddoppio da 100 a 200 euro della maggiorazione forfettaria dell’assegno unico universale per i nuclei familiari con quattro o più figli e 100 euro in più per i nuclei familiari con figli gemelli, fino al compimento del terzo anno di età: sono le proposte che il ministero della Famiglia avanza in vista della messa a punto della prossima legge di bilancio. La maggiorazione avverrebbe a decorrere dal 2023. Il ministero guidato da Eugenia Roccella avanza anche l’istituzione di un fondo da 68 milioni dedicato, a decorrere dall’anno 2023, per i centri estivi a favore dei ragazzi, in modo che il sostegno delle opportunità socio-educative a favore dei minori diventi strutturale. L’iter del provvedimento Dopo il via libera del Consiglio dei Ministri, il disegno di legge passerà quindi in esame alla commissione Bilancio della Camera per poi approdare in Aula intorno al 20 dicembre. Seguirebbe poi un passaggio formale in Senato per il disco verde definitivo a ridosso di Natale. (Notizia in aggiornamento) Leggi anche Contratto scuola, Valditara dovrà cercare 300 milioni per aumentare gli stipendi: nel 2023 attese le nuove risorse promesse ai sindacati 100 euro alle famiglie con gemelli, aumento dell’assegno unico e fondi per iniziative ai minori: in arrivo misure per la famiglia con la legge di bilancio , 2022-11-21 06:50:00, Oggi è il giorno del varo del disegno di legge della manovra 2023, la prima del governo Meloni. Sono previste misure per 30-32 miliardi: una legge di bilancio “attenta a famiglie e imprese, con particolare attenzione ai redditi bassi”, secondo la premier Giorgia Meloni.
L’articolo Più stipendio netto per docenti e Ata, via dal lavoro con Quota 103, stretta sul reddito di cittadinanza, la manovra 2023 oggi in Consiglio dei Ministri. Le ultime notizie sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie., Photo Credit: , Andrea Carlino


Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

Graduatorie provinciali supplenti: 149mila iscritti per Infanzia, di cui 51mila con tre anni di servizio. Record iscritti in Sicilia, Campania e Lazio

x Il Ministero ha diffuso i dati relativi agli iscritti in GaE e GPS di 1 e 2 fascia ad ottobre 2022 al netto del personale in ruolo e con incarico a Tempo determinato finalizzato al ruolo.

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

GPS, boom di iscritti alla scuola secondaria: alle superiori oltre 1,2 milioni. Alle medie più di 400 mila. Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia le regioni con più aspiranti

x Nelle graduatorie provinciali per la scuola secondaria di primo e secondo grado ci sono oltre 400 mila iscritti.

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

Piccoli poeti ad Acqui Terme: un concorso per gli studenti

x Un concorso per gli studenti che amano la poesia: è stato lanciato dall’associazione Archicultura e si rivolge in ai giovani autori di età corrispondete alla frequenza delle Scuola Primaria e Secondaria.

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

Scuola dell’Infanzia: obiettivo del Consiglio Ue la partecipazione del 96% di bambini entro il 2030

x Educazione e cura della prima infanzia e accesso a un’assistenza a lungo termine di alta qualità e a prezzi accessibili.

torna all'inizio del contenuto
//woafoame.net/4/4339693 https://upskittyan.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695