tecnicadellascuola.it-–-percorsi-abilitanti-60,-30-e-36-cfu-avvio-nel-2024,-organizzazione-e-requisiti-salvatore-pappalardo

Tecnicadellascuola.it – Percorsi abilitanti 60, 30 e 36 CFU avvio nel 2024, organizzazione e requisiti Salvatore Pappalardo

Entro il 31 dicembre l’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) dovrebbe esprimere il proprio parere motivato in merito ai requisiti e alle proposte avanzate dagli atenei e dalle istituzioni AFAM al fine di attivare i percorsi abilitanti di 30, 36 e 60 CFU per i docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado.

Nel rispetto dell’autonomia organizzativa dei singoli atenei i percorsi universitari di formazione iniziale saranno organizzati in presenza, per le singole classi di concorso e a frequenza obbligatoria con la possibilità di assentarsi per un tempo non superiore al 20% del totale; mentre dovranno essere svolte interamente in presenza le attività di tirocinio e di laboratorio.

Requisiti docenti

Possono accedere al percorso di formazione iniziale, al fine di conseguire i 60 CFU e l’abilitazione, gli aspiranti docenti in possesso di uno dei seguenti titoli:
• Laurea magistrale
• Laurea magistrale a ciclo unico,
• Diploma dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica di II livello,
• Titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti.

Insegnanti tecnico pratici

Possono accedere al percorso per il conseguimento dei 60 CFU avviati entro il 31 dicembre del 2024, gli insegnanti tecnico pratici con il solo diploma di scuola secondaria. Dal primo gennaio 2025 sarà necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli:
• Laurea;
• Diploma dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica di I livello;
• Titolo equipollente o equiparato.

Studenti

Coloro che sono regolarmente iscritti a un corso di studio per il conseguimento della laurea magistrale o magistrale a ciclo unico in possesso di 180 CFU, oppure del diploma dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica di II livello, oppure di titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti.

Fase transitoria

La normativa in vigore prevede una fase transitoria per il conseguimento di 30 o 36 CFU per i docenti in possesso di 24 o 30 CFU al fine di raggiungere i 60 previsti dal DPCM

Docenti in possesso di trenta CFU

Possono iscriversi ai percorsi per il conseguimento dei trenta CFU:
• I vincitori del concorso bandito l’11 dicembre del 2023 che non abbiano ancora conseguito l’abilitazione all’insegnamento;
• I docenti che hanno svolto servizio presso le istituzioni scolastiche statali o presso le scuole paritarie per almeno tre anni, anche non continuativi, negli ultimi 5 anni, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso per la quale scelgono di conseguire l’abilitazione;
• I docenti già in possesso di 30 CFU;
• I docenti abilitati in altra classe di concorso o altro grado d’istruzione o in possesso della specializzazione sul sostegno possono iscriversi per il conseguimento dei 30 CFU in una nuova classe di concorso di cui possiedono il titolo di studio.

Docenti in possesso di trentasei CFU

Il conseguimento dei 36 CFU è previsto per coloro che hanno conseguito i 24 CFU entro il 31 ottobre del 2022.

Fonte originale dell’articolo:
Altro qui:
Percorsi abilitanti 60, 30 e 36 CFU avvio nel 2024, organizzazione e requisiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *