Galleria News

Esami di Stato: come funziona la maturità negli altri Paesi europei?

Esami di Stato: come funziona la maturità negli altri Paesi europei?

Il 2019 è stato soprattutto l’anno delle elezioni europee. Inevitabili i paragoni fra sistemi di voto e forme di governo. Così, rimanendo in tema di confronti, perché non farne uno anche sugli esami di Stato? Come si conclude il ciclo delle scuole secondarie nei Paesi europei? Quello italiano lo conosciamo bene (anche se nel 2019 cambieranno le regole del gioco pure qui). E…

Leggi di più

Lo psicologo consiglia di studiare in gruppo e ripetere ad alta voce

Studiare in gruppo e riptere a voce alta: i consigli dello psicologo

Esami di stato: aiuta studiare insieme, ripetere, scambiarsi gli appunti, e magari anche qualche risposta In occasione dell’approssimarsi di questa tappa importante gli esperti di Guidapsicologi.it hanno interrogato gli italiani, e i risultati di questo dialogo sono decisamente interessanti.Maturità. Un sogno ricorrente per 6 italiani su 10. Passano gli anni, eppure quel sogno è ancora lì, non ci abbandona. Una…

Leggi di più

Maturità 2019: come scaricare il plico telematico, c’è tempo sino al 17 giugno

Ogni scuola deve individuare e comunicare tramite il SIDI, i referenti del Plico telematico di ogni sede di esame I referenti sono individuati dal Dirigente scolastico (dal Coordinatore nella scuola paritaria) tra il personale docente e/o il personale non docente con contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato di durata annuale in possesso di competenze informatiche. Saranno proprio i referenti…

Leggi di più

Nuovi percorsi di Istruzione professionale: Valutazione intermedia degli apprendimenti nel biennio

Valutazione intermedia degli apprendimenti nel biennio

Indicazioni per gli scrutini dall’anno scolastico 2018/2019 Alla luce delle novità introdotte dal decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 61 e delle richieste di chiarimento avanzate da parte delle istituzioni scolastiche, nelle more della pubblicazione del decreto recante le Linee guida per favorire e sostenere l’adozione del nuovo assetto didattico e organizzativo del biennio e del triennio dei nuovi percorsi…

Leggi di più

Allarme Ue: l’Italia spende per il debito quanto per l’istruzione

Allarme Ue: l’Italia spende per il debito quanto per l’istruzione

di Eugenio Bruno A dirlo è stato ieri il vicepresidente della Commissione Ue per gli Affari finanziari La doccia fredda è arrivata tra le righe.: l’Italia spende per il debito pubblico quanto investe nell’istruzione. A dirlo è stato ieri il vicepresidente della Commissione Ue per gli Affari finanziari Valdis Dombrovskis commentando la messa in mora nei confronti del nostro paese per…

Leggi di più

Azioni “green”, con Engie i ragazzi danno i voti alle famiglie

Azioni “green”, con Engie i ragazzi danno i voti alle famiglie

di Al. Tr. Lampadine a risparmio energetico, azioni per limitare l’uso della plastica “usa e getta”, giusta temperatura in casa, elettrodomestici spenti. Su questi e altri comportamenti virtuosi in materia di sostenibilità ambientale i ragazzi delle scuole di Milano daranno i “voti” ai propri genitori grazie ai kit didattici “Active for planet ” , realizzati dall’azienda energetica Engie per la mostra di…

Leggi di più

In Italia 34% degli studenti scarsi in italiano e 1 su 4 in matematica

In Italia 34% degli studenti scarsi in italiano e 1 su 4 in matematica

In Italia la quota di ragazzi iscritti al terzo anno delle scuole medie che non raggiungono la sufficienza nelle competenze alfabetiche è il 34,4%, in matematica del 40,1%. E’ quanto emerge dal Rapporto “SDGs 2019. Informazioni statistiche per l’Agenda 2030 in Italia”, diffuso dall’Istat. La Campania, con il 50,2% di low performer in lettura, seguita dalla Calabria (50%) e dalla…

Leggi di più

Ok anche all’arrivo tra i banchi della «storia antimafia»

Ok anche all’arrivo tra i banchi della «storia antimafia»

«È stata approvata, in abbinamento alla proposta di legge sull’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole, un’altra proposta, a mia prima firma, che prevede l’opportunità di introdurre, nelle scuole primarie e secondarie, l’insegnamento della storia del contrasto al fenomeno mafioso. Attraverso questa proposta, vogliamo permettere alle giovani generazioni di conoscere più a fondo il funzionamento della criminalità organizzata nel nostro Paese, fornendo…

Leggi di più