Scuola Notizie

17 Novembre 2022

Oltre le tabelline: le terne numeriche

Di Ilaria Ottino Questo articolo nasce da un’idea del grande maestro Giovanni Germano e vuole offrire alcuni spunti didattici, sia teorici sia operativi, per affrontare l’insegnamento delle operazioni elementari di moltiplicazione e divisione in maniera più efficace ed efficiente rispetto all’uso delle tradizionali tabelline. In effetti, se si considerano tutte le tabelline, anche escludendo le più immediate dell’1 e del 10 e le moltiplicazioni per 1 e per 10 delle rimanenti, si troverà che esse consistono di almeno 64 calcoli per la moltiplicazione. Se poi, come avviene spesso, si insegnano successivamente le divisioni, ci saranno gli altrettanti calcoli inversi, per un totale di 128 calcoli di moltiplicazione e divisione elementari. Tutti questi calcoli possono essere riassunti in 36 terne numeriche, sfruttando la proprietà commutativa della moltiplicazione e il fatto che moltiplicazione e divisione sono operazioni inverse. Ad esempio i quattro calcoli 2×3 = 6; 3×2 = 6 e i corrispettivi calcoli inversi 6:3 = 2 e 6:2 =3 sono riassunti dall’unica terna numerica 6; 2; 3. Le terne numeriche presentano quindi i seguenti vantaggi: permettono di utilizzare più efficacemente ed efficientemente la memoria, consentendo, una volta comprese e assimilate, una maggiore rapidità e sicurezza nei calcoli; sono più facili e veloci da apprendere, riducendo le difficoltà e dunque migliorando l’autostima per tutti gli alunni; permettono di interiorizzare in maniera più incisiva il fatto che moltiplicazione e divisione sono operazioni inverse e che per la moltiplicazione vale la proprietà commutativa. Quindi, in luogo delle tabelline, avremo le seguenti terne numeriche: Naturalmente ciascuna di queste terne sarà frutto di una scoperta operativa e “manipolativa” degli alunni stessi, che potrà essere effettuata utilizzando materiali più tradizionali come ad esempio quadratini disegnati sulla carta oppure più innovativi, tramite ad esempio un’applicazione digitale. Riprendendo l’esempio precedente, si condurranno gli alunni a dedurre i calcoli dall’osservazione e riorganizzazione delle figure: In questo caso gli alunni saranno portati a scoprire che 2 unità ripetute 3 volte corrispondono a 6 unità, cioè che 2×3=6. La stessa illustrazione letta al contrario, permetterà di riconoscere che 6 unità divise in 3 parti corrispondono a 2 unità, facendo comprendere contestualmente che le operazioni di moltiplicazione e divisione sono operazioni inverse: La successiva illustrazione permette, in analogia ai passaggi precedenti, di riconoscere che 3 unità ripetute 2 volte corrispondono ancora a 6 unità, rafforzando mentalmente il legame tra i numeri 2, 3 e 6 ed evidenziando la proprietà commutativa della moltiplicazione: Anche in questo caso la lettura al contrario, permetterà di riconoscere che 6 unità divise in 2 parti corrispondono a 3 unità, rinforzando ancora il fatto che le operazioni di moltiplicazione e divisione sono operazioni inverse: Il numero 6 svolge il ruolo di unificazione dei calcoli, essendo contestualmente il prodotto delle moltiplicazioni e il dividendo delle divisioni: Ora che la terna numerica 6;2;3 è costruita e compresa si può lavorare sulla memorizzazione e lo si può fare utilizzando il principio dell’autoverifica. Si possono infatti preparare delle schede cartacee o digitali, in cui da un lato si trova la richiesta e dall’altro la soluzione: Il lato B di ciascuna di queste schede dovrà essere costruito ancora una volta insieme per riassumere le operazioni di “manipolazione” che hanno portato precedentemente a determinare i calcoli di moltiplicazione e di divisione e nello stesso tempo per far capire qual è la richiesta presentata nel lato A. Successivamente sarà l’alunno stesso a completare il lato A e ad effettuare l’autoverifica guardando il lato B. Una volta interiorizzate le terne e i calcoli che esse sottendono, osservato che ogni numero moltiplicato o diviso l’unità rimane inalterato, mentre moltiplicato per dieci conduce alla corrispondente decina, la compilazione delle tradizionali tabelline diventerà uno dei tanti possibili esercizi… © RIPRODUZIONE RISERVATA , , Pubblicato da Redazione Tuttoscuola
Di Ilaria Ottino Questo articolo nasce da un’idea del grande maestro Giovanni Germano e vuole offrire alcuni spunti didattici, sia teorici sia operativi, per affrontare l’insegnamento delle operazioni elementari di moltiplicazione e divisione in maniera più efficace ed efficiente rispetto all’uso delle tradizionali tabelline. In effetti, se si considerano tutte le tabelline, anche escludendo le […]
The post Oltre le tabelline: le terne numeriche appeared first on Tuttoscuola., Photo Credit: , Tuttoscuola


Oltre le tabelline: le terne numeriche
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 7 Dicembre 2022

Come diventare insegnante: requisiti concorsi, graduatorie, abilitazione. In arrivo novità per la fase transitoria

x Come si diventa insegnante di ruolo? La legge 79/2022 riforma il percorso per diventare insegnanti con i nuovi concorsi.

Scuola Notizie 7 Dicembre 2022

Supplenze docenti, a dicembre ancora nomine da GPS 2022 con algoritmo. Bollettini aggiornati

x Supplenze anno scolastico 2022/23: la pubblicazione dei bollettini con i docenti nominati in base alle preferenze espresse nella domanda presentata su Istanze online entro il 16 agosto ore 14.

Scuola Notizie 6 Dicembre 2022

Fondo per il sistema 0-6 anni: un emendamento alla Camera ferma il taglio

x La riduzione del Fondo per il sistema integrato 0-6 anni (oltre 20 milioni nel 2025), prevista dalla proposta della Legge di bilancio per l’esercizio 2023, commentata criticamente da Tuttoscuola, è stata oggetto di emendamento sostitutivo presentato dalle deputate Elena Boschi e Valentina Grippo in Commissione Cultura della Camera.

Scuola Notizie 6 Dicembre 2022

Contratto scuola sottoscritto da sindacati e Aran. In arrivo aumenti e arretrati

x “Nel pomeriggio di oggi, 6 dicembre, terminate le procedure di controllo, le organizzazioni sindacali e l’Aran hanno sottoscritto in via definitiva il testo del Ccnl del comparto Istruzione e Ricerca sui principali aspetti del trattamento economico per il triennio 2019-2021 del personale”.

torna all'inizio del contenuto
//woafoame.net/4/4339693 https://tobaltoyon.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695