Scuola Notizie

15 Dicembre 2022

Ministero dell’Istruzione e del Merito, via libera al nuovo nome. Approvato DL Ministeri

Via libera del Senato al decreto legge sul riordino dei ministeri, la nuova denominazione del Ministero dell’Istruzione in Ministero dell’Istruzione e del Merito è stata approvata definitivamente. Dopo la pubblicazione della variazione nella Gazzetta Ufficiale n. 264 dell’11 novembre scorso, a seguito dell’approvazione del Decreto-Legge 173 sulle “Disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei Ministeri”, il 14 dicembre scorso l’Aula del Senato ha approvato in via definitiva il testo: il DL ministeri è passato con 88 voti favorevoli, 62 contrari e nessun astenuto. Risultano confermate, quindi, le nuove denominazioni di alcuni ministeri: dello Sviluppo economico in Imprese e del made in Italy; delle Politiche agricole alimentari e forestali in Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste; della Transizione ecologica in Ambiente e della sicurezza energetica; dell’Istruzione in Istruzione e del Merito. Quello delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili invece riassume la denominazione di ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Il Governo ha inoltre accolto ordini del giorno che lo impegnano a contrastare fenomeni di contraffazione e sfruttamento di marchi italiani; a riportare sotto la competenza del Ministero dell’agricoltura le funzioni in materia di fauna selvatica; a presentare fra sei mesi una relazione alle Camere in ordine allo stato di riorganizzazione dei Ministeri dell’istruzione e dell’agricoltura e all’impatto sull’attuazione del Pnrr. Secondo la senatrice di Fratelli d’Italia Domenica Spinelli, relatrice del Dl Ministeri, “dietro le modifiche apportate ai nomi dei Ministeri esistono delle scelte specifiche che il Presidente Meloni, insieme al suo Esecutivo, ha fatto per onorare gli impegni presi con gli italiani. Con le modifiche abbiamo inserito dei concetti importanti, made in Italy, sovranità alimentare, sicurezza energetica, infrastrutture e trasporti, istruzione e merito”. Sembra pensarla diversamente la vice-presidente del gruppo M5S al Senato Alessandra Maiorino: “La maggioranza va avanti – ha commentato -, ostinata e miope, nel non voler inserire la parola ‘inclusione’ nel nome e negli indirizzi d’azione del ‘neonato’ ministero dell’Istruzione e del Merito. Sarebbe un errore pensare che si tratti esclusivamente di una questione formale. No, è una scelta che connoterà la loro politica sulla scuola. Secondo Fratelli D’Italia, Lega e Forza Italia, la scuola deve badare solo al merito, ignorando il diritto di tutte le ragazze e di tutti i ragazzi ad avere in partenza pari opportunità di crescita e di apprendimento. Ecco la scuola classista voluta da Giorgia Meloni. Secondo noi invece la scuola deve contribuire a rimuovere le disuguaglianze e le disparità di condizioni tra gli studenti”. © RIPRODUZIONE RISERVATA , , Pubblicato da Redazione Tuttoscuola
Via libera del Senato al decreto legge sul riordino dei ministeri, la nuova denominazione del Ministero dell’Istruzione in Ministero dell’Istruzione e del Merito è stata approvata definitivamente. Dopo la pubblicazione della variazione nella Gazzetta Ufficiale n. 264 dell’11 novembre scorso, a seguito dell’approvazione del Decreto-Legge 173 sulle “Disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei […]
The post Ministero dell’Istruzione e del Merito, via libera al nuovo nome. Approvato DL Ministeri appeared first on Tuttoscuola., Photo Credit: , Tuttoscuola


Ministero dell’Istruzione e del Merito, via libera al nuovo nome. Approvato DL Ministeri
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 30 Gennaio 2023

Docente caregiver abbandona la supplenza per accudire familiare: è giusto perdere incarichi e punteggio per due anni scolastici?

x Siamo nel corso dell’anno scolastico, in alcune scuole la vita scolastica è scandita in trimestre e quadrimestre quindi è già stata conclusa la prima parte, in altre ci si avvicina alla fine del primo quadrimestre.

Scuola Notizie 30 Gennaio 2023

Sanatoria per candidati bocciati: ricorrete e sarete salvati…

x Tuttoscuola, come altre testate, ha riportato una lettera di un vincitore dell’ultimo concorso a dirigente scolastico in cui evidenziava l’illogicità e l’ingiustizia di due emendamenti al decreto-legge “Milleproroghe” che intendono recuperare, attraverso un corso intensivo, i candidati bocciati a quel concorso.

Scuola Notizie 30 Gennaio 2023

La grande fuga degli insegnanti dalla scuola

x Non è un fenomeno solo italiano. Negli USA, che pure hanno un sistema scolastico molto più decentrato e flessibile del nostro, prosegue la fuga degli insegnanti dalle scuole, e molti Stati fanno fatica a rimediare ai vuoti di personale registrati nel periodo della pandemia: almeno 300.

Scuola Notizie 30 Gennaio 2023

Differenziare gli stipendi/1. Per merito o per professionalità

x Un primo dilemma riguarda il criterio in base al quale gli stipendi dovrebbero essere differenziati: il merito (la qualità del lavoro svolto dal singolo docente, a parità di tutte le altre condizioni) o la professionalità (le competenze acquisite e certificate)? Dilemma storico.

torna all'inizio del contenuto
//mordoops.com/4/4339693 https://eechicha.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695