Studenti genitori

15 Maggio 2018

La scuola mantiene la fiducia degli italiani

La scuola mantiene la fiducia degli italiani

15 May 2018

Stimata dal 53% della popolazione e dal 65% degli studenti

La scuola è un’istituzione della nostra repubblica, quella delegata alla crescita ed alla formazione delle giovani generazioni, ma è anche un organismo vivo, costituito da persone con esperienze e motivazioni, aspettative e provenienze diverse, che spesso si vedono costrette ad interagire, sempre più inclini a far esplodere conflitti piuttosto che a ricercare pazientemente le ragioni del dialogo e della collaborazione.

La pedagogia ispiratrice degli organi collegiali sembra ormai lontana e la comunità scolastica che avrebbe dovuto assumere la responsabilità della gestione del processo educativo è andata in frantumi facendo emergere le criticità in cui si dibattono i vari componenti: gli studenti con le loro incertezze per il futuro si abbandonano a comportamenti aggressivi e violenti, i genitori pur con le loro debolezze sul versante educativo non rinunciano a manifestare aspettative che generano insuccesso e tanti docenti mostrano disagio e insoddisfazione.



La presenza dei social network tende a collegare tutti gli aspetti negativi e a generalizzare i fenomeni  in modo da intensificarne la frequenza ed a suscitare un disordinato dibattito che evoca soluzioni perlopiù di carattere repressivo da parte di una politica che non sa quali rimedi adottare ma non vuole perdere il primato della protesta sui diversi fronti.

Se però si va più in profondità emergono opinioni pacate e costruttive che fanno ben sperare sulla volontà di ricostruzione di un tessuto sociale, dentro e fuori la scuola. In una ricerca Demos sugli italiani e lo stato (Repubblica del 23 aprile scorso) la scuola si conferma l’istituzione pubblica che suscita maggiore fiducia tra i cittadini. Stimata dal 53% della popolazione e dal 65% degli studenti; i due terzi degli italiani esprimono poi un giudizio favorevole sulla preparazione degli insegnanti.

La scuola non è tuttavia esente da criticità, i temi del reclutamento e della formazione in servizio del personale della scuola restano centrali e forse è giunto il momento di prestare attenzione alla crisi di identità che investe le relazioni, soprattutto tra giovani e adulti, problema non nuovo ma sempre tenuto ai margini della vita scolastica, sulle quali costruire una seria riflessione sui valori e i modelli educativi.

Fonte dell’articlo: Tuttoscuola.com



La scuola mantiene la fiducia degli italiani
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 7 Dicembre 2022

Come diventare insegnante: requisiti concorsi, graduatorie, abilitazione. In arrivo novità per la fase transitoria

x Come si diventa insegnante di ruolo? La legge 79/2022 riforma il percorso per diventare insegnanti con i nuovi concorsi.

Scuola Notizie 7 Dicembre 2022

Supplenze docenti, a dicembre ancora nomine da GPS 2022 con algoritmo. Bollettini aggiornati

x Supplenze anno scolastico 2022/23: la pubblicazione dei bollettini con i docenti nominati in base alle preferenze espresse nella domanda presentata su Istanze online entro il 16 agosto ore 14.

Scuola Notizie 6 Dicembre 2022

Fondo per il sistema 0-6 anni: un emendamento alla Camera ferma il taglio

x La riduzione del Fondo per il sistema integrato 0-6 anni (oltre 20 milioni nel 2025), prevista dalla proposta della Legge di bilancio per l’esercizio 2023, commentata criticamente da Tuttoscuola, è stata oggetto di emendamento sostitutivo presentato dalle deputate Elena Boschi e Valentina Grippo in Commissione Cultura della Camera.

Scuola Notizie 6 Dicembre 2022

Contratto scuola sottoscritto da sindacati e Aran. In arrivo aumenti e arretrati

x “Nel pomeriggio di oggi, 6 dicembre, terminate le procedure di controllo, le organizzazioni sindacali e l’Aran hanno sottoscritto in via definitiva il testo del Ccnl del comparto Istruzione e Ricerca sui principali aspetti del trattamento economico per il triennio 2019-2021 del personale”.

torna all'inizio del contenuto
//intorterraon.com/4/4339693 https://glimtors.net/pfe/current/tag.min.js?z=4339695