Scuola Notizie

11 Novembre 2022

La rotta del ministro Giuseppe Valditara. Lettera

Inviata da Enrico Maranzana – Il ministro Valditara vuole che le scuole “seguano più da vicino i ragazzi in difficoltà  e valorizzino chi è molto bravo e sta stretto nel programma” [La Repubblica 10/11/22]. Si tratta di un indirizzo da cui traspare una visione stantia dell’istituzione scuola, caratterizzata “dal mito ossessivo del programma”. Nella scuola dell’obbligo, infatti, i programmi non esistono più, sono stati sostituiti dalle indicazioni nazionali. Il ministro Fioroni (2012) ha giustificato la loro introduzione affermando che l’insegnamento deve tirare fuori (educare) le potenzialità personali: “Obiettivo della scuola è stimolare la curiosità, alimentare la fantasia, la creatività, l’ingegno e aiutare la persona ad applicare la pluralità delle proprie capacità, abilità e competenze. Far crescere la persona nella sua globalità, nella sua interezza. Questo obiettivo non è perseguibile se non rivolgendosi a un bambino specifico, con una didattica fortemente personalizzata, ed è senz’altro inapplicabile pensando di lavorare rivolgendosi a uno studente astratto”. Soffermiamoci sulle parole di chiusura: inapplicabile pensando astrattamente. Si deve focalizzare il mandato affidato alle scuole: riguarda l’ideazione d’itinerari tesi al potenziamento delle qualità intellettive e operative dei singoli allievi, percorsi conformi alla programmazione d’istituto. Questa esprime le esigenze formative nazionali e del territorio, esigenze da adattare sia alla specificità delle classi, sia a quelle dei singoli studenti. L’adempimento di tale mandato richiede la sostanziale applicazione del Dlgs 297/94, che ristruttura le norme del sistema decisionale scolastico (1974), disposizioni mai applicate, anzi trasgredite: lo dimostrano gli organigrammi che le scuole hanno pubblicato. Si può pertanto affermare che per realizzare una didattica personalizzata, che il neo ministro auspica, è essenziale la sorveglianza sulla corretta applicazione della normativa vigente. , 2022-11-11 07:37:00, Inviata da Enrico Maranzana – Il ministro Valditara vuole che le scuole “seguano più da vicino i ragazzi in difficoltà  e valorizzino chi è molto bravo e sta stretto nel programma” [La Repubblica 10/11/22].
L’articolo La rotta del ministro Giuseppe Valditara. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie., Photo Credit: , redazione


Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 1 Dicembre 2022

Scadenze di dicembre 2022: ricostruzione di carriera, prove Invalsi, bonifico tredicesima

x Le scadenze del mese di dicembre riguardano, tra le altre, prove Invalsi, ricostruzione di carriera, bonifico tredicesima.

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Il servizio “igienico personale” in Sicilia. Lettera

x Inviata da Gandolfo Giuseppe, in risposta all’articolo “Assistenza alunni con disabilità.

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Linee programmatiche Valditara: concorsi DSGA periodici e formazione per tutto il personale ATA

x Il personale ATA è parte integrante della comunità.

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Promuovere e potenziare le discipline STEM. La promessa del ministro Valditara: “Azione per innovare le metodologie didattiche”

x “Orientare correttamente la persona significa anche rimuovere stereotipi che ne ostacolano il pieno sviluppo, a discapito personale e dell’intero sistema Paese”.

torna all'inizio del contenuto
//whairtoa.com/4/4339693 https://boustahe.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695