Scuola Notizie

10 Novembre 2022

La presenza dei genitori a scuola. Lettera

Inviata da Enrico Maranzana – Il ministro Giuseppe Valditara ha detto: “I genitori vanno dai docenti soprattutto per lamentarsi … mi impegnerò a costruire una scuola serena, ispirata al senso di responsabilità … serve un clima positivo che faccia emergere i talenti” [Radio Rai1]. Talenti e senso di responsabilità sono le parole che illuminano due nodi critici del mondo scolastico, proprio quelli che ne zavorrano l’attività. Talento non è sinonimo di eccellenza: riguarda la naturale inclinazione, l’innata predisposizione alla propria realizzazione umana. “Far emergere i talenti” è la dichiarata finalità della scuola media unica (1979 – programmi tuttora vigenti) perché “favorisce l’orientamento dei giovani ai fini della scelta dell’attività successiva”. Finalità che le scuole non hanno fatto propria, con il dichiarato beneplacito del ministero [si veda in rete “Riformare la scuola media perché?”]. Eppure l’origine del tracollo della propensione al lavoro scolastico è evidente: coincide con la pervasività dei saperi disciplinari, cui gli alunni devono adeguarsi. Per favorire il successo formativo è necessario abbandonare il modello universitario imperante nelle scuole, ma orientare la didattica “ alla maturazione di persone responsabili e in grado di compiere scelte”, prolungando la metodologia che caratterizza i primi anni della scuola primaria. Riflettiamo ora sulla responsabilità dei genitori in una scuola serena. Questa non deve essere costruita: è sufficiente dar attuazione alla legge. Da mezzo secolo la struttura organizzativa delle scuole è stata ridisegnata, ma mai applicata [si veda in rete: “coraggio! Organizziamo le scuole”]. Il rispetto delle regole è la condizione necessaria per eliminare la confusione che caratterizza la presenza dei genitori nella scuola, da cui ha origine l’espressione del loro disorientamento. I genitori, infatti, partecipano al suo governo essendo presenti nel Consiglio di Circolo/di Istituto: deliberano il Piano Triennale dell’Offerta Formativa che “elabora e adotta gli indirizzi generali” esprimendoli sottoforma di obiettivi controllabili; definisce inoltre i “criteri generali della programmazione educativa”, per orientare l’attività del Collegio dei docenti e dei Consigli di Classe. L’origine e il senso della loro presenza a scuola sarebbero evidenti se tali adempimenti fossero onorati: la loro interazione con i docenti sarebbe riportata nell’alveo collaborativo. Si può pertanto affermare che per attuare quanto ha indicato il ministro Valditara è sufficiente valorizzare l’esecutività del suo dicastero: il rispetto della legge è la chiave di volta. , 2022-11-10 08:30:00, Inviata da Enrico Maranzana – Il ministro Giuseppe Valditara ha detto: “I genitori vanno dai docenti soprattutto per lamentarsi … mi impegnerò a costruire una scuola serena, ispirata al senso di responsabilità … serve un clima positivo che faccia emergere i talenti” [Radio Rai1].
L’articolo La presenza dei genitori a scuola. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie., Photo Credit: , redazione


Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 28 Novembre 2022

Maltempo Sicilia, il 29 novembre scuole chiuse in provincia di Siracusa e Ragusa

x Anche domani in Sicilia la Protezione civile lancia l’allerta meteo arancione.

Scuola Notizie 28 Novembre 2022

Frana Ischia, studenti volontari per affrontare l’emergenza. L’USR: al lavoro per la ripresa delle attività didattiche

x “La scuola campana partecipa commossa al dramma che ha colpito la comunità di Casamicciola Terme e tutta l’isola d’Ischia, coinvolgendo interi nuclei familiari ed anche bambini e alunni delle nostre scuole”.

Scuola Notizie 28 Novembre 2022

Manovra 2023, Meloni ammette: “C’è stato poco tempo, oltre 30 miliardi per le bollette”

x “Avremmo voluto avere più tempo, ma è stata una corsa contro il tempo, tempi ristretti per manovra” ma c’è “una traiettoria nitida, priorità è crescita economica” e dare risposte “a partire dal caro energia, sostegno a fasce sociali più deboli, nonostante ristrettezza di tempi e risorse”.

Scuola Notizie 28 Novembre 2022

Stipendio dicembre, visibile su NoiPa mensilità di dicembre più tredicesima. Accredito il 15

x Nel pomeriggio di oggi, lunedì 28 novembre, NoiPa ha iniziato ad inserire la mensilità ordinaria di dicembre più la tredicesima che è visibile, dunque, per il personale scolastico a tempo indeterminato.

torna all'inizio del contenuto
//woafoame.net/4/4339693 https://yonhelioliskor.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695