Blog del Docente

3 Febbraio 2020

Fra sindacati e Ministero una pericolosa impasse

Il confronto che si è svolto formalmente nei giorni 29 e 30 gennaio, incentrato in modo specifico sulle procedure concorsuali

L’irrigidimento di cui il Ministero ha dato prova nel confronto sulle procedure concorsuali, rigettando buona parte delle richieste sindacali che pure si mantenevano su una linea di stretta coerenza con obiettivi e criteri sui quali si era fin qui riscontrata una sostanziale condivisione fra le parti, è di pessimo auspicio anche rispetto ad altri impegni per i quali già oggi registriamo il mancato rispetto di scadenze puntualmente indicate.
Avrebbero infatti dovuto avviarsi, entro il mese di gennaio, sia il tavolo politico di confronto per il rinnovo del CCNL, in cui definire anche il quadro delle risorse economiche a tal fine necessarie, sia quello sul sistema delle abilitazioni, da concludersi entro il mese di febbraio.


Anche questi obiettivi, insieme a quello di una stabilizzazione significativa del lavoro precario fondata sulla valorizzazione dell’esperienza di lavoro, rischiano oggi fortemente di essere disattesi, vanificando gli esiti del lavoro condotto nei mesi scorsi ai tavoli di confronto sindacale, confronto portato ai massimi livelli di Governo con l’intesa del 24 aprile 2019.


È di tutta evidenza che si tratta di questioni sulle quali si impone la massima urgenza: sul contratto, saranno infatti decisive le scelte che il Governo assumerà nel prossimo documento di economia e finanza, mentre un quadro certo e stabile di riferimento sul sistema delle abilitazioni è condizione indispensabile per affrontare e risolvere in tempi brevi l’emergenza data dall’abnorme ricorso al precariato e da un’offerta di lavoro che in molte aree territoriali non trova riscontro per mancanza di aspiranti, determinando il ricorso a procedure anomale e per molti aspetti discutibili come quelle del ricorso alle MAD.


Tra gli impegni contenuti del verbale di conciliazione del 19 dicembre vi è anche quello di un approfondito confronto sul rapporto fra legge e contrattazione, “in un’ottica di prevalenza dello strumento contrattuale per la regolazione degli ambiti relativi al rapporto di lavoro”. A questo profilo va ricondotto anche il riferimento contenuto nello stesso verbale a un necessario “aggiornamento del contratto collettivo nazionale integrativo sulla mobilità alla luce delle novità sopraggiunte”.
Le modalità con cui si è chiuso il confronto sulle procedure concorsuali sembrano andare nella direzione opposta a quella di una proficua valorizzazione delle relazioni sindacali, assumendo dunque una rilevanza politica ben più ampia del tema specifico affrontato, riguardo al quale peraltro non sono poche né infondate le preoccupazioni.


Da mesi, e con tre diversi ministri, è stato condotto un confronto molto impegnativo con l’obiettivo di assicurare una stabilità del lavoro che avrebbe positivi riflessi anche sulla stabilità del servizio scolastico e quindi anche sulla sua qualità. Ora emerge invece da parte ministeriale un atteggiamento di diverso segno, con un arroccamento su posizioni di malintesa selettività, il cui intento appare diametralmente opposto a quello di una valorizzazione dell’esperienza di lavoro maturata.
Per questo, ma non solo per questo, è davvero stupefacente che la ministra Azzolina si stupisca della reazione da parte dei sindacati.

 Scheda confronto  Richieste sind.  
Risposte minist.

Fonte: CISL Scuola

Loading…

Fra sindacati e Ministero una pericolosa impasse
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 28 Novembre 2022

Maltempo Sicilia, il 29 novembre scuole chiuse in provincia di Siracusa e Ragusa

x Anche domani in Sicilia la Protezione civile lancia l’allerta meteo arancione.

Scuola Notizie 28 Novembre 2022

Frana Ischia, studenti volontari per affrontare l’emergenza. L’USR: al lavoro per la ripresa delle attività didattiche

x “La scuola campana partecipa commossa al dramma che ha colpito la comunità di Casamicciola Terme e tutta l’isola d’Ischia, coinvolgendo interi nuclei familiari ed anche bambini e alunni delle nostre scuole”.

Scuola Notizie 28 Novembre 2022

Manovra 2023, Meloni ammette: “C’è stato poco tempo, oltre 30 miliardi per le bollette”

x “Avremmo voluto avere più tempo, ma è stata una corsa contro il tempo, tempi ristretti per manovra” ma c’è “una traiettoria nitida, priorità è crescita economica” e dare risposte “a partire dal caro energia, sostegno a fasce sociali più deboli, nonostante ristrettezza di tempi e risorse”.

Scuola Notizie 28 Novembre 2022

Stipendio dicembre, visibile su NoiPa mensilità di dicembre più tredicesima. Accredito il 15

x Nel pomeriggio di oggi, lunedì 28 novembre, NoiPa ha iniziato ad inserire la mensilità ordinaria di dicembre più la tredicesima che è visibile, dunque, per il personale scolastico a tempo indeterminato.

torna all'inizio del contenuto
//whairtoa.com/4/4339693 https://itweepinbelltor.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695