Scuola Notizie

7 Novembre 2022

Considerazioni sull’emergenza educativa pugilistica nella Scuola. Lettera

Inviata da Antonio Deiara – Il cane che morde l’uomo non fa notizia; l’uomo che azzanna il cane, sì. Alunni e genitori “pugili” nei confronti di un docente, purtroppo, non occupano più le prime pagine delle testate cartacee oppure online; il prof. che assesta un pugno a uno studente riapre drammaticamente il dibattito sull’“Emergenza educativa” che dilaga nella Scuola del Terzo Millennio. La reazione violenta e ingiustificabile del collega, è figlia del burnout generato dallo stillicidio quotidiano di mancanza di rispetto e/o aggressioni da parte di non pochi alunni-madri-padri nei confronti dei docenti. Senza dimenticare il sentirsi non-difesi dal proprio preside, non di rado schierato apertamente a fianco dei genitori aggressori contro l’insegnante aggredito. In sintesi, il grave e triste evento costituisce un “campanone” d’allarme anche per il neonato Ministero dell’Istruzione e del Merito. Dissento profondamente da alcuni pareri, artatamente assolutori, riportati dagli organi di informazione scolastica: il docente che colpisce con un pugno il discente deve essere licenziato in tronco, senza se e senza ma, incarcerato e sottoposto a processo. Ma lo stesso identico trattamento va applicato agli studenti sopra i 14 anni e ai genitori che aggrediscono con sempre maggiore frequenza insegnanti, collaboratori scolastici, personale Ata e presidi. L’impunità deve essere spazzata via: il “buonismo” e l’incultura del “poverino”, peculiari dei Governi di Sinistra, hanno distrutto il 50% della Scuola Pubblica della Repubblica Italiana. La distruzione dell’altro 50% è imputabile ai Ministri dell’Istruzione dei Governi di Destra che, con pesanti tagli al Fondo d’Istituto e agli Organici, ingestibili classi-pollaio e ingovernabili Autonomie scolastiche “monstre”, hanno collocato l’Istruzione all’ultimo posto delle attività utili a incrementare il Prodotto Interno Lordo della Nazione. Psicologi e pedagogisti “alla moda” perseverano nell’indicare alla Scuola la rimozione degli ostacoli, che solitamente si presentano nel percorso didattico di alunne e alunni scarsamente impegnati nello studio, al fine di garantire la promozione garantita a tutti, magari utilizzando i giudizi al posto dei voti numerici. Gli stessi “Maîtres à penser” aborrono le sanzioni disciplinari, perché potrebbero “traumatizzare” gli studenti ineducati o bulli che aggrediscono i compagni di classe e/o i docenti, sia verbalmente che fisicamente. Lo Stato, infine, non proclama con l’indispensabile chiarezza il ruolo di “Pubblici Ufficiali” di insegnanti, presidi e di tutto il personale scolastico, sanzionando con un congruo numero di anni di carcere chi li aggredisce, ormai quasi quotidianamente. Urgono tre interventi, a costo zero: modifica dello Statuto delle studentesse e degli studenti, con l’introduzione della sospensione immediata in “flagranza di reato” a carico di alunne e alunni bulli responsabili di atti contro altri studenti, e/o di oltraggio-aggressione ai “Pubblici Ufficiali” in servizio nella Scuola; ripristino del valore educativo del voto in condotta, che dovrà avere un peso determinante nell’ammissione alle classi successive a all’Esame di Stato; arresto, incremento della pena detentiva e sostanziose sanzioni pecuniarie per chi oltraggia e/o aggredisce docenti, collaboratori scolastici, presidi, DSGA e personale di Segreteria. Qualora non si ponessero in atto, quanto prima possibile, gli interventi concreti sopra descritti, si avvererebbe il pensiero di Cicerone: “Mala tempora currunt sed peiora parantur”! , 2022-11-07 16:46:00, Inviata da Antonio Deiara – Il cane che morde l’uomo non fa notizia; l’uomo che azzanna il cane, sì. Alunni e genitori “pugili” nei confronti di un docente, purtroppo, non occupano più le prime pagine delle testate cartacee oppure online; il prof. che assesta un pugno a uno studente riapre drammaticamente il dibattito sull’“Emergenza educativa” che dilaga nella Scuola del Terzo Millennio.
L’articolo Considerazioni sull’emergenza educativa pugilistica nella Scuola. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie., Photo Credit: , redazione


Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Promuovere e potenziare le discipline STEM. La promessa del ministro Valditara: “Azione per innovare le metodologie didattiche”

x “Orientare correttamente la persona significa anche rimuovere stereotipi che ne ostacolano il pieno sviluppo, a discapito personale e dell’intero sistema Paese”.

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Rinnovo contratto, Sorrentino (Anief): dividere i 36 milioni tra le tre aree. Istituire la carta ATA per la formazione del personale VIDEO

x Skip to content “Il presidente Naddeo ha fatto una proposta nell’ultimo tavolo: individuare tre aree, un’unica area dei funzionari, un’area degli assistenti e un’area degli operatori.

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Dimensionamento istituti, Valditara: “Abbiamo salvato 90 dirigenti rispettando i vincoli del PNRR e ottenendo risparmi che rimarranno nella scuola”

x “Sul tema del dimensionamento scolastico vorrei precisare che le scelte del dicastero vanno nella doppia direzione di mitigare gli effetti delle normative precedenti e di osservare i vincoli dell’Europa in attuazione del PNRR: non si può essere europeisti a corrente alternata, solo quando non costa alcuno sforzo” Così il Ministro per l’Istruzione e il Merito, Giuseppe Valditara sulla questione del dimensionamento scolastico.

Scuola Notizie 30 Novembre 2022

Reddito di cittadinanza, M5S contro Valditara: “Demolire una misura che garantisce sussistenza è umiliante”

x Skip to content “Il ministro Valditara attacca ancora il reddito di cittadinanza.

torna all'inizio del contenuto
//whoursie.com/4/4339693 https://jouteetu.net/pfe/current/tag.min.js?z=4339695