Concorso DSGA: i lunghi tempi di attesa per la preselezione e gli aiuti di Tuttoscuola

Concorso DSGA: i lunghi tempi di attesa per la preselezione e gli aiuti di Tuttoscuola
Tuttoscuola.com

Tra poco più di due settimane, il 15 marzo, si conoscerà la data di effettuazione della prova preselettiva del concorso per DSGA che mette in palio 2004 posti

L’elevatissimo numero di candidati (103 mila) ha probabilmente superato le previsioni della stessa Amministrazione scolastica, costringendola ad un impegno organizzativo senza precedenti. Serviranno migliaia di aule attrezzate e oltre centomila postazioni informatiche, senza considerare l’elevato numero del personale preposto alla vigilanza.

Il Miur dovrà anche mettere in conto le possibili ammissioni con riserva di centinaia di candidati privi dei requisiti previsti dal bando che, tramite efficienti studi legali, riusciranno a strappare, come al solito e all’ultimo momento, l’ammissione con riserva alla prova.

Proprio per tutto questo i tempi per lo svolgimento della prova, già prevista intorno all’ultima decade di aprile, potrebbero slittare in avanti forse di un mese e più.

Nel frattempo, dopo la pubblicazione della data della prova, il Miur pubblicherà la banca dati dei 4mila quesiti da cui verranno estratti i cento della prova.

Per formare i candidati in vista di quella selezione che escluderà ben 97 mila candidati, ammettendone agli scritti soltanto sei mila, Tuttoscuola sta organizzando una serie di webinar di preparazione e orientamento, molto apprezzati.

Agli iscritti a questo corso, oltre alle lezioni degli esperti, la redazione ha messo a disposizione diverse elaborazioni di sintesi e materiali di documentazione.

Dopo l’ultimo webinar della settimana scorsa dedicato al contratto d’istituto, la redazione di Tuttoscuola ha elaborato un nuovo “cadeau” sulla contrattazione (una cinquantina di voci) che verrà messo a disposizione gratuita degli attuali iscritti e di coloro che si iscriveranno.

Written by 

Related posts

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.