Blog del Docente

25 Giugno 2019

Attesa per il prossimo 2 luglio: si saprà se la prova scritta del concorso DS dovrà essere ripetuta

Concorso DS: chi ci guadagna se viene bloccato?

Oltre ai candidati che hanno già superato tutte le prove del concorso DS e alle scuole che sperano in una maggiore stabilità con i capi d’istituto in sede, a tifare perché vi siano le nomine dei vincitori per il 1° settembre prossimo c’è il ministro Bussetti che di quell’obiettivo ha fatto uno dei prioritari impegni politici del suo incarico.

Chi invece potrebbe trarre vantaggio dal rinvio di un anno delle nomine dei vincitori del concorso DS è invece il MEF, il Ministero dell’Economia e Finanze, che per un altro anno avrebbe un consistente risparmio per il differenziale del pagamento di un nuovo dirigente scolastico e l’indennità di reggenza dei DS in servizio che devono reggere le istituzioni vacanti.

Il risparmio pro capite, calcolato sull’importo lordo comprensivo degli oneri riflessi a carico dello Stato, è di 71.362 euro all’anno, risultante dalla differenza tra la retribuzione lorda media di un DS (79.855 euro) e l’indennità media lorda di reggenza (8.493 euro).

Nel 2017-18, quando le reggenze sono state 1.748, il risparmio annuo ha sfiorato i 125 milioni; nell’anno in corso con 1.970 reggenze il risparmio è stato di 140,5 milioni.

Se dovesse saltare il banco (prova scritta dell’attuale concorso), le reggenze nel prossimo anno scolastico potrebbero essere circa 2.300.

Il MEF si troverebbe in cassa un risparmio di circa 165 milioni senza dovere emanare alcun provvedimento: una minor spesa ottenuta senza alcun sforzo.

C’è da augurarsi che nessuno, né a Via XX settembre né altrove, stia tifando per un esito del genere, ma anzi che siano riconosciuti infondati i motivi dei ricorsi per garantire alle istituzioni scolastiche una direzione sicura e a chi ha superato le prove il raggiungimento del risultato per cui si è tanto impegnato.

Attesa per il prossimo 2 luglio: si saprà se la prova scritta del concorso DS dovrà essere ripetuta
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 7 Dicembre 2022

Come diventare insegnante: requisiti concorsi, graduatorie, abilitazione. In arrivo novità per la fase transitoria

x Come si diventa insegnante di ruolo? La legge 79/2022 riforma il percorso per diventare insegnanti con i nuovi concorsi.

Scuola Notizie 7 Dicembre 2022

Supplenze docenti, a dicembre ancora nomine da GPS 2022 con algoritmo. Bollettini aggiornati

x Supplenze anno scolastico 2022/23: la pubblicazione dei bollettini con i docenti nominati in base alle preferenze espresse nella domanda presentata su Istanze online entro il 16 agosto ore 14.

Scuola Notizie 6 Dicembre 2022

Fondo per il sistema 0-6 anni: un emendamento alla Camera ferma il taglio

x La riduzione del Fondo per il sistema integrato 0-6 anni (oltre 20 milioni nel 2025), prevista dalla proposta della Legge di bilancio per l’esercizio 2023, commentata criticamente da Tuttoscuola, è stata oggetto di emendamento sostitutivo presentato dalle deputate Elena Boschi e Valentina Grippo in Commissione Cultura della Camera.

Scuola Notizie 6 Dicembre 2022

Contratto scuola sottoscritto da sindacati e Aran. In arrivo aumenti e arretrati

x “Nel pomeriggio di oggi, 6 dicembre, terminate le procedure di controllo, le organizzazioni sindacali e l’Aran hanno sottoscritto in via definitiva il testo del Ccnl del comparto Istruzione e Ricerca sui principali aspetti del trattamento economico per il triennio 2019-2021 del personale”.

torna all'inizio del contenuto
//thaudray.com/4/4339693 https://jouteetu.net/pfe/current/tag.min.js?z=4339695