Blog del Docente

27 Marzo 2018

Centro Destra: scuola da riformare in 10 punti

Centro Destra: scuola da riformare in 10 punti

27 March 2018

Programma comunque fatto di frasi brevi e generiche

Per esempio sulla vexata quaestio del finanziamento delle scuole paritarie (e più in generale del sistema scolastico) non si parla esplicitamente di adozione del costo standard ma ci si limita alle seguenti due frasi: “Più libertà di scelta per le famiglie nell’offerta educativa e sanitaria” e “Incentivazione della competizione pubblico-privato a parità di standard”.

La genericità di queste formulazioni consentirebbe ai negoziatori di centro-destra di un eventuale governo con il M5S di raggiungere un accordo su una proposta di compromesso: “più” libertà di scelta non significa “piena” libertà di scelta; e l’“incentivazione della competizione pubblico-privato” può essere in vario modo graduata e condizionata.

Egualmente generici sono gli altri punti: per quanto riguarda la Buona Scuola ci si impegna a prevedere “l’abolizione di anomalie e storture della legge”, senza indicare quali; si parla poi di “centralità del rapporto docente-studente nel processo formativo”, di “sostegno all’aggiornamento e meritocrazia” e di “progressivo azzeramento del precariato”. Obiettivi sui quali non si vede quali insormontabili obiezioni potrebbero venire dal M5S.

Qualche proposta più dettagliata viene dal responsabile scuola della Lega Mario Pittoni, ora rieletto in Senato, che ha rilanciato nei giorni scorsi il “federalismo scolastico”, ovvero la possibilità che ogni Regione, come in Germania, disciplini l’istruzione, compreso il reclutamento e gli organici, mantenendo però le norme generali sui livelli essenziali dei saperi nel territorio nazionale. Per radicare gli insegnanti sul territorio ed evitare i fenomeni di mobilità di massa registratisi negli ultimi anni, accentuati dalla Buona Scuola, Pittoni propone di ricorrere al “domicilio professionale” dei docenti: ogni insegnante sarebbe libero di scegliere in quale Regione proporsi per diventare di ruolo, ed eviterebbe così di essere soggetto a trasferimenti più o meno obbligati.

Anche su queste tematiche un accordo tra centro-destra e M5S non sembra impossibile.

Fonte dell’articolo: Tuttoscuola.com

Centro Destra: scuola da riformare in 10 punti
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 10 Dicembre 2022

Supplenze, docente disoccupata a causa dell’algoritmo che l’ha esclusa dai turni successivi. Giudice le dà ragione e ordina all’Ufficio Scolastico di attribuirle incarico

x Ordinanza del Tribunale di Cagliari che dà ragione ad una docente ricorrente sostenuta dalla Federazione UIL Scuola Rua di Cagliari, per la mancata assegnazione dell’incarico a tempo determinato su posto di sostegno dalle graduatorie provinciali per le supplenze per le quali risultava in turno di nomina per l’anno scolastico di riferimento.

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

Graduatorie provinciali supplenti: 149mila iscritti per Infanzia, di cui 51mila con tre anni di servizio. Record iscritti in Sicilia, Campania e Lazio

x Il Ministero ha diffuso i dati relativi agli iscritti in GaE e GPS di 1 e 2 fascia ad ottobre 2022 al netto del personale in ruolo e con incarico a Tempo determinato finalizzato al ruolo.

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

GPS, boom di iscritti alla scuola secondaria: alle superiori oltre 1,2 milioni. Alle medie più di 400 mila. Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia le regioni con più aspiranti

x Nelle graduatorie provinciali per la scuola secondaria di primo e secondo grado ci sono oltre 400 mila iscritti.

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

Piccoli poeti ad Acqui Terme: un concorso per gli studenti

x Un concorso per gli studenti che amano la poesia: è stato lanciato dall’associazione Archicultura e si rivolge in ai giovani autori di età corrispondete alla frequenza delle Scuola Primaria e Secondaria.

torna all'inizio del contenuto
//intorterraon.com/4/4339693 https://tobaltoyon.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695