Orizzontescuola politica scolastica – Maturità 2024, Valditara smorza le critiche sul Capolavoro: Non abbiamo mai detto che doveva essere portato allEsame come nuova tesina

Durante la sua partecipazione alla maratona di Skuola.net, il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara ha colto l’occasione per fare alcune riflessioni sulla maturità e chiarire la questione del tanto discusso “capolavoro” dello studente.

Soffermandosi sull’Esame di Stato, che rappresenta un momento cruciale nel percorso scolastico degli studenti, il Ministro ha voluto gettare luce su una delle novità più controverse introdotte dal suo Ministero: il “capolavoro”.

“Ci sono state grandi critiche, informatevi. Il capolavoro nasce per evidenziare le predisposizioni degli studenti e per lavorare per potenziarle. Non abbiamo mai detto che doveva essere portato alla maturità come nuova tesina. Qualcuno ci ha marciato e ha sparso questa notizia, da noi sempre smentita,” ha affermato Valditara.

Secondo le parole del Ministro, dunque, l’idea del “capolavoro” non era quella di introdurre una nuova componente da presentare all’Esame di Stato, bensì uno strumento per valorizzare le inclinazioni e i talenti dei singoli studenti durante il loro percorso scolastico.

continua a leggere
Orizzontescuola politica scolastica – Maturità 2024, Valditara smorza le critiche sul Capolavoro: Non abbiamo mai detto che doveva essere portato allEsame come nuova tesina Read More

Orizzontescuola politica scolastica – Stretta sui diplomifici, 47 scuole paritarie rischiano la revoca della parità. Valditara: Tolleranza zero verso chi non rispetta legge

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha dichiarato guerra ai “diplomifici”, scuole paritarie che non rispettano le regole e dove si può ottenere il diploma di maturità con eccessiva facilità.

Sono state effettuate ispezioni in 70 scuole paritarie di II grado in Campania, Lazio e Sicilia, e per 47 di queste le direzioni scolastiche regionali hanno già avviato le procedure per la revoca della parità. Le scuole oggetto di ispezione sono state individuate tra quelle che hanno registrato un anomalo aumento degli studenti iscritti alle classi terminali rispetto a quelli frequentanti le classi iniziali.

I risultati delle ispezioni, condotte da 71 collegi ispettivi composti da dirigenti tecnici, hanno evidenziato un quadro diffuso di irregolarità. In alcuni casi, sono state fatte segnalazioni alla Guardia di Finanza e alla Procura della Repubblica per ulteriori indagini.

Tra le irregolarità più significative emerse durante le ispezioni, il MIM segnala:

  • Carenze strutturali: aule insufficienti e/o arredi inadeguati rispetto al numero
continua a leggere
Orizzontescuola politica scolastica – Stretta sui diplomifici, 47 scuole paritarie rischiano la revoca della parità. Valditara: Tolleranza zero verso chi non rispetta legge Read More

Orizzontescuola politica scolastica – Concorso dirigenti scolastici, prova fissata il 23 maggio. Valditara: Impossibile fare diversamente. Il Ministro incontrerà Maria Falcone

Il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha risposto alle critiche sulla scelta di tenere il concorso per dirigenti scolastici il 23 maggio, data dell’anniversario della strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti della scorta.

Durante una visita a Palermo, Valditara ha spiegato di aver chiesto inizialmente di spostare la data del concorso, ma di essere stato informato dai tecnici che ciò non era possibile a causa di altri impegni calendarizzati come le prove Invalsi, gli scrutini e gli esami di maturità.

“Io ho chiesto ai tecnici di spostare la data, ma mi hanno risposto che era impossibile rinviarla,” ha dichiarato Valditara. “Ci sono le prove Invalsi, gli scrutini e la maturità. Credo che lo sforzo del Ministero per garantire la partecipazione di tutti i docenti non venga inficiato dal fatto che, dalle 14.30 alle 15.30, quando non ci sono manifestazioni, si tengano i concorsi in tutta

continua a leggere
Orizzontescuola politica scolastica – Concorso dirigenti scolastici, prova fissata il 23 maggio. Valditara: Impossibile fare diversamente. Il Ministro incontrerà Maria Falcone Read More

Orizzontescuola politica scolastica – La proposta dello studente 17enne per rivoluzionare la scuola: Ridurre i compiti a casa, inserire didattica innovativa e adottare il modello universitario

Un grido d’allarme si leva dagli studenti, che denunciano come la scuola stia soffocando la loro vita privata. Gabriele, 17 anni, rappresentante d’Istituto, tramite Quotidiano Nazionale, si fa portavoce di questa problematica, proponendo soluzioni concrete per ristabilire un equilibrio tra studio e tempo libero.

Ansia e malessere: il prezzo di un carico eccessivo

“Molti studenti, come me, sperimentano ansia e malessere a causa della scuola“, afferma Gabriele. La difficoltà di conciliare lo studio con una vita privata appagante è una delle principali cause di questo disagio. Le giornate scolastiche, spesso seguite da ore di compiti e verifiche, lasciano poco spazio per coltivare passioni, praticare sport e costruire relazioni significative.

Tre proposte per una scuola a misura di studente

Per affrontare questa situazione, Gabriele e altri rappresentanti hanno elaborato tre proposte:

  1. Riduzione dei compiti a casa: introdurre due rientri pomeridiani obbligatori per svolgere esercizi e consolidare le conoscenze, liberando così i pomeriggi degli studenti.
  2. “Flipped classroom”
continua a leggere
Orizzontescuola politica scolastica – La proposta dello studente 17enne per rivoluzionare la scuola: Ridurre i compiti a casa, inserire didattica innovativa e adottare il modello universitario Read More

Orizzontescuola politica scolastica – Dispersione scolastica, Valditara annuncia Agenda Nord sul modello di Agenda Sud: Il sistema unitario non sarà frantumato

La dispersione scolastica non è un problema esclusivo del Sud Italia. Lo ha affermato con forza il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, durante il suo intervento alla 22esima edizione della rassegna Futuro Direzione Nord a Milano.

“C’è tanta dispersione scolastica anche nelle periferie delle città del Nord”, ha dichiarato il ministro, aggiungendo che “alcune scuole di Milano stanno messe peggio di alcune scuole della Campania“.

Per affrontare questa emergenza, Valditara ha annunciato l’intenzione di replicare il modello di “Agenda Sud” anche per le scuole delle periferie del Nord Italia. Questo nuovo programma, che prenderà il nome di “Agenda Nord”, verrà presentato nel dettaglio nelle prossime settimane.

“Agenda Sud” è un programma lanciato dal Ministero dell’Istruzione per contrastare la dispersione scolastica e migliorare il livello di istruzione nelle regioni del Mezzogiorno. L’iniziativa prevede una serie di interventi mirati, tra cui:

  • Rafforzamento dell’offerta formativa: con l’introduzione di nuovi indirizzi di studio e
continua a leggere
Orizzontescuola politica scolastica – Dispersione scolastica, Valditara annuncia Agenda Nord sul modello di Agenda Sud: Il sistema unitario non sarà frantumato Read More

Orizzontescuola politica scolastica – Assunzioni docenti, Pittoni (Lega) rilancia il doppio canale: Merito ed esperienza contino nella selezione

“Dobbiamo invertire il trend che gli ultimi anni ha visto la crescita esponenziale delle supplenze a scapito della stabilizzazione degli insegnanti, prima garanzia di continuità didattica e quindi qualità del servizio. In quest’ottica il cosiddetto doppio canale di reclutamento, per velocizzare l’assunzione dei docenti valorizzando merito ed esperienza, diventa la madre di tutte le battaglie”.

Lo afferma il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega Mario Pittoni, già presidente della commissione Cultura al Senato.

Il progetto – spiega Pittoni – sarà oggetto d’interlocuzione con la Commissione europea per il necessario via libera. Parallelamente vanno intensificati i controlli per colpire il “mercato” dei titoli. Business che penalizza oltremisura i precari delle a volte infinite liste d’attesa, costretti ad aprire il portafoglio per qualsiasi corso “formativo” che garantisca punteggio, nel timore d’essere scavalcati”.

Superate le attuali criticità, obiettivo finale è il ritorno al buonsenso, con gli interessati alla carriera d’insegnante che studiano per acquisire il titolo,

continua a leggere
Orizzontescuola politica scolastica – Assunzioni docenti, Pittoni (Lega) rilancia il doppio canale: Merito ed esperienza contino nella selezione Read More

Orizzontescuola politica scolastica – Salvini: Troppe nazionalità in classe complicano il lavoro degli insegnanti

Matteo Salvini, leader della Lega e vicepremier, torna a parlare di integrazione e scuola, affermando che classi con un alto numero di studenti stranieri possono complicare il lavoro degli insegnanti.

Secondo Salvini, la presenza di alunni con background culturali e livelli di preparazione diversi rende più difficile la gestione della classe e l’apprendimento per tutti.

“Classi con tanti stranieri possono complicare il lavoro degli insegnanti, perché gli studenti hanno una preparazione di partenza molto diversa”, ha dichiarato Salvini. “Serve trovare un equilibrio, con buonsenso e nell’interesse di tutti gli alunni”.

Sull’argomento, nelle settimane passate, era intervenuto il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara: “Se si è d’accordo che gli stranieri si assimilino sui valori fondamentali iscritti nella Costituzione ciò avverrà più facilmente se nelle classi la maggioranza sarà di italiani, se studieranno in modo potenziato l’italiano laddove già non lo conoscano bene, se nelle scuole si insegni approfonditamente la storia, la letteratura, l’arte,

continua a leggere
Orizzontescuola politica scolastica – Salvini: Troppe nazionalità in classe complicano il lavoro degli insegnanti Read More