Scuola Notizie

3 Dicembre 2022

Bonus per i dipendenti pubblici, per i docenti circa 30 euro lordi al mese in più

L’aumento una tantum per i dipendenti pubblici, che appare nella Legge di Bilancio, segnala il Sole 24 Ore, offrirebbe vantaggi per alcune categorie professionali, in particolare per i magistrati. Le cifre nascono dal meccanismo messo in atto per ottenere un incremento nella misura dell’1,5% dello stipendio. L’una tantum, per com’è scritta nella legge di bilancio, vista la natura delle voci aggiuntive della retribuzione, si calcolerebbe solo sulla base stipendiale. Per cui dove la base è più ampia, l’aumento è più consistente. Così si spiega “il primato” per la magistratura. I numeri dei magistrati sono lontani dal resto dei dipendenti pubblici dove lo stipendio medio varia dai 24mila ai 28mila euro lordi all’anno a seconda del comparto e dove quindi la manovra porta raramente più di 400 euro lordi (30 euro al mese). Per tutto il resto della pubblica amministrazione, senza incarichi dirigenziali, l’aumento determinato dal meccanismo scritto in manovra oscilla fra i 27,8 euro lordi al mese nella media dei ministeriali ai 32,6 euro degli insegnanti. I magistrati, però, non ci stanno e in una nota spiegano: “La disposizione alla quale si fa riferimento, riguarda solo i dipendenti statali contrattualizzati e quelli in regime di diritto pubblico che hanno procedure negoziali di determinazione degli stipendi. Lo stipendio dei magistrati è determinato, invece, in base alla legge e non è incrementato per l’anno 2023 dal fondo previsto dalla legge di Bilancio”. , 2022-12-03 11:31:00, L’aumento una tantum per i dipendenti pubblici, che appare nella Legge di Bilancio, segnala il Sole 24 Ore, offrirebbe vantaggi per alcune categorie professionali, in particolare per i magistrati.
L’articolo Bonus per i dipendenti pubblici, per i docenti circa 30 euro lordi al mese in più sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie., Photo Credit: , redazione


Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 30 Gennaio 2023

Docente caregiver abbandona la supplenza per accudire familiare: è giusto perdere incarichi e punteggio per due anni scolastici?

x Siamo nel corso dell’anno scolastico, in alcune scuole la vita scolastica è scandita in trimestre e quadrimestre quindi è già stata conclusa la prima parte, in altre ci si avvicina alla fine del primo quadrimestre.

Scuola Notizie 30 Gennaio 2023

Sanatoria per candidati bocciati: ricorrete e sarete salvati…

x Tuttoscuola, come altre testate, ha riportato una lettera di un vincitore dell’ultimo concorso a dirigente scolastico in cui evidenziava l’illogicità e l’ingiustizia di due emendamenti al decreto-legge “Milleproroghe” che intendono recuperare, attraverso un corso intensivo, i candidati bocciati a quel concorso.

Scuola Notizie 30 Gennaio 2023

La grande fuga degli insegnanti dalla scuola

x Non è un fenomeno solo italiano. Negli USA, che pure hanno un sistema scolastico molto più decentrato e flessibile del nostro, prosegue la fuga degli insegnanti dalle scuole, e molti Stati fanno fatica a rimediare ai vuoti di personale registrati nel periodo della pandemia: almeno 300.

Scuola Notizie 30 Gennaio 2023

Differenziare gli stipendi/1. Per merito o per professionalità

x Un primo dilemma riguarda il criterio in base al quale gli stipendi dovrebbero essere differenziati: il merito (la qualità del lavoro svolto dal singolo docente, a parità di tutte le altre condizioni) o la professionalità (le competenze acquisite e certificate)? Dilemma storico.

torna all'inizio del contenuto
//vaikijie.net/4/4339693 https://atshroomisha.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695