Da Ilsole24ore.com: Italia, Regno Unito e Germania: in aumento la domanda di lezioni private di Redazione Scuola

Dati dalla piattaforma letuelezioni.it

Nella Penisola la richiesta riguarda l’ambito del sostegno e della tecnologia. Negli altri due Paesi materie economiche, lingue e scienze umanistiche

di Redazione Scuola

(Photographee.eu – stock.adobe.com)

3′ di lettura

Letuelezioni.it, piattaforma gratuita che facilita gli incontri tra insegnanti e studenti per le lezioni private su una vasta gamma di materie, ha condotto un’analisi comparativa sulle richieste di lezioni private più popolari in Italia, nel Regno Unito e in Germania.
Letuelezioni.it con oltre 7 milioni di utenti distribuiti in tutto il mondo, di cui 4.646.000 solo in Europa, vanta una significativa presenza nel belpaese. L’Italia, in particolare, rappresenta oltre il 12% degli utenti totali, tra insegnanti e studenti.

Le tendenze

Attraverso l’osservazione delle percentuali di crescita nelle diverse aree Italia, Germania e Regno Unito, emergono tendenze distintive che riflettono gli orientamenti prevalenti in ognuno di questi Paesi: dall’incremento significativo nel sostegno scolastico in Italia all’esplosione di interesse per le materie economiche nel Regno Unito e in Germania (Confronto ottobre- novembre 2022 vs 2023).

I numeri

In Italia, c’è stato un aumento del 1031,38% nel sostegno scolastico, suggerendo un crescente interesse e impegno nell’ambito dell’istruzione, anche in previsione della fine del quadrimestre. Le materie economiche aziendali seguono con un incremento delle richieste del 188,77%. «Ci sono diversi fattori – spiega Lucrezia Petrano, Country

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: Italia, Regno Unito e Germania: in aumento la domanda di lezioni private di Redazione Scuola Read More

Da Ilsole24ore.com: Sono già 70 le celle robotiche Fanuc consegnate nelle scuole di tutta Italia di Redazione Scuola

Didattica e innovazione

Al via la Certificazione di Programmazione Robotica di Fanuc e Sanoma. Investimenti sostenuti dal Pnrr per modernizzare laboratori e offerta scolastica

di Redazione Scuola

2′ di lettura

Fanuc, leader mondiale nel campo della robotica, del controllo numerico e dell’automazione industriale, ha unito le forze con Sanoma Italia, tra i leader globali nel settore scolastico ed educational, per introdurre l’innovativa Certificazione di Programmazione Robotica. Un programma che offre agli studenti l’opportunità di acquisire le competenze necessarie a intraprendere una carriera nel settore in rapida crescita della robotica e dell’automazione.

Italia

L’Italia vanta attualmente oltre 90.000 robot installati – numero che, dal 2016, cresce in media del 17% all’anno. Con l’aumento della domanda di professionisti in questo settore, la nuova Certificazione prevede un programma di studi intensivo, dai concetti cruciali della robotica industriale alla programmazione delle soluzioni Fanuc. Grazie al Pnrr, gli istituti scolastici hanno oggi accesso a maggiori risorse per modernizzare laboratori e programmi di studio. 95 nuove scuole in tutto il Paese hanno deciso di integrare robot, controlli numerici e macchine utensili Fanuc, offrendo ai giovani un’esposizione precoce alla tecnologia del futuro.

La diffusione

A oggi sono già stati consegnati più di 200 prodotti Fanuc Educational; tra questi, 70 celle robotiche alla base del “Laboratorio di robotica e automazione” di Fanuc e Sanoma,

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: Sono già 70 le celle robotiche Fanuc consegnate nelle scuole di tutta Italia di Redazione Scuola Read More

Da Ilsole24ore.com: «Fabbricando», concorso per avvicinare i più giovani alle discipline Stem di Redazione Scuola

Gruppo Danieli

Quattro bandi destinati agli studenti e alle scuole di ogni ordine e grado di tutta Italia. Entro la fine di dicembre 2023 dovranno essere presentati i lavori

di Redazione Scuola

3′ di lettura

Facilitare l’incontro tra formazione, offerta ed esigenze del mercato del lavoro, sostenendo l’istruzione scientifica e tecnologica, a beneficio dei giovani e del loro futuro occupazionale: un tema, quello del mismatch tra domanda e offerta di lavoro nel settore STEM, sempre più al centro delle strategie che riguardano il welfare. Sono questi gli obiettivi del Gruppo Danieli, che grazie alla promozione di Fabbricando, un concorso che, sin dal 2006, si pone l’obiettivo di avvicinare i più giovani alle discipline STEM, Science, Technology, Engineering e Mathematics.
La grande partecipazione e l’entusiasmo suscitato dal progetto ha spinto Danieli a rinnovare costantemente il concorso. Quella del 2024 è la dodicesima edizione. Il progetto fino ad ora ha coinvolto 337 scuole, sono state presentate 381 opere, sono stati coinvolti 10.937 ragazzi e 967 docenti e i lavori premiati sono stati 131.

Quattro bandi

Attraverso quattro bandi destinati agli studenti e alle scuole di ogni ordine e grado di tutta Italia, i ragazzi hanno l’occasione di scoprire da vicino le realtà produttive del loro territorio, rafforzando così il legame tra scuola e impresa, presentando progetti innovativi e

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: «Fabbricando», concorso per avvicinare i più giovani alle discipline Stem di Redazione Scuola Read More

Da Ilsole24ore.com: WeWorld inaugura gli spazi per una nuova idea di istruzione. Architetture innovative di Redazione Scuola

Nelle scuole di Milano

Interventi che mirano a prevenire l’abbandono scolastico partendo da una nuova idea di istruzione che coniuga partecipazione, ambiente circostante e metodologie di studio

di Redazione Scuola

3′ di lettura

Leggere, studiare, ascoltare la musica, lavorare in gruppo, vedere un film o uno spettacolo. Si potrà fare tutto questo nei nuovi spazi innovativi realizzati all’interno dell’Ic Sant’Ambrogio, l’Ic Madre Teresa di Calcutta di Milano e l’Ic Claudio Abbado di Vimodrone da WeWorld, organizzazione italiana indipendente impegnata da oltre 50 anni con progetti di cooperazione allo sviluppo e di aiuto umanitario per garantire i diritti a tutte le persone a partire dalle comunità più vulnerabili.

Contro abbandono e dispersione

Interventi che mirano a prevenire l’abbandono scolastico partendo da una nuova idea di istruzione che coniuga partecipazione, ambiente circostante e metodologie di studio. Quello della dispersione scolastica, infatti, è un fenomeno complesso connesso anche alla qualità degli ambienti in cui si studia, in Italia spesso caratterizzati da inadeguatezza delle strutture e dei materiali tecnologici e laboratoriali. «Grazie a questi spazi stiamo sperimentando una nuova idea di scuola che prevede il ripensamento degli ambienti di apprendimento e l’implementazione di metodologie didattiche innovative – spiega Valerio Pedroni, responsabile Programmi Sociali in Italia di WeWorld – Una scuola più vicina alle esigenze di studenti e studentesse, insegnanti e

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: WeWorld inaugura gli spazi per una nuova idea di istruzione. Architetture innovative di Redazione Scuola Read More

Da Ilsole24ore.com: Nuovo corso gratuito di educazione civica firmato da Robert F. Kennedy Human Rights Italia di Redazione Scuola

Piattaforma edulia Treccani Scuola

CivicAttiva 3. La scuola è di tutti. Il contrasto alle povertà educative. Destinatari sono i docenti delle scuole di ogni ordine e grado

di Redazione Scuola

2′ di lettura

Stimolare il mondo della scuola e la cittadinanza in generale a essere parte attiva del cambiamento necessario per fronteggiare le sfide di oggi, dall’ambiente alla parità di genere, dalla lotta alla povertà alla costruzione di istituzioni pacifiche e solide: questo l’obiettivo del progetto CivicAttiva della Robert F. Kennedy Human Rights Italia, che per la terza edizione verrà ospitato sulla piattaforma edulia Treccani Scuola, con i primi 3 dei 7 moduli già online, e che vede al centro il tema dell’educazione civica.

A chi è rivolto

Rivolto ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado e accreditato su piattaforma SOFIA con ID 87344, il nuovo progetto, “La scuola è di tutti. Il contrasto alle povertà educative”, completamente gratuito, si compone di video lezioni con test di apprendimento e materiali di approfondimento ed è suddiviso in 7 moduli di cui uno introduttivo che illustrerà il contesto della materia educazione civica e le novità introdotte dalla legge 92/2019, nonché le attività educative che la Robert F. Kennedy Human Rights Italia, ente formatore riconosciuto dal ministero dell’Istruzione secondo la direttiva 170/2016, mette a disposizione delle scuole;

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: Nuovo corso gratuito di educazione civica firmato da Robert F. Kennedy Human Rights Italia di Redazione Scuola Read More

Da Ilsole24ore.com: Competenze Stem, Ericsson inaugura la quarta edizione del Digital Lab di Redazione Scuola

La proposta

Programma di formazione all’avanguardia, rivolto agli studenti delle superiori. Tre moduli al centro dell’edizione 2023/24: intelligenza artificiale, robotica ed elettronica

di Redazione Scuola

3′ di lettura

Ericsson annuncia l’inizio della quarta edizione del Digital Lab, un programma di formazione all’avanguardia, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, che offre percorsi in discipline Stem e soft skill con l’obiettivo di arricchire con competenze digitali la formazione di base degli studenti. Privilegiando un approccio pratico, saranno 3 i moduli al centro dell’edizione 2023/24: intelligenza artificiale, robotica, ed elettronica. Selezionati sulla base delle richieste del mercato i percorsi formativi aiuteranno i giovani a diventare più consapevoli nella scelta dei loro studi post-diploma, più preparati ad affrontare le future sfide del lavoro e a sfruttare le opportunità che la tecnologia può offrire.

La partecipazione

Quest’anno sei scuole, per un totale di nove classi e oltre duecento studenti, hanno inserito il Digital Lab di Ericsson tra i loro Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (Pcto) per l’anno scolastico 2023/24. I partecipanti saranno seguiti da 80 volontari, tutti i dipendenti Ericsson altamente qualificati, tra cui ingegneri, informatici, project manager ed esperti di rete. Grazie alle loro competenze contribuiranno a ispirare e plasmare una nuova generazione di talenti e innovatori, vivendo un’esperienza di grande valore anche a

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: Competenze Stem, Ericsson inaugura la quarta edizione del Digital Lab di Redazione Scuola Read More

Da Ilsole24ore.com: A Udine false attestazioni per vere assunzioni nella scuola: 39 indagati di Redazione Scuola

La truffa

A Udine false attestazioni per vere assunzioni nella scuola: 39 indagati

Secondo le accuse, le persone sotto inchiesta presentavano falsi diplomi e qualifiche professionali per scalare le graduatorie Ata. In molti sono già stati licenziati

di Redazione Scuola

(IMAGOECONOMICA)

2′ di lettura

Trentanove persone sono state segnalate dalla Guardia di Finanza alla Procura della Repubblica di Udine, con l’accusa di aver attestato falsi titoli scolastici, professionali o di servizio per essere assunti con contratti a tempo determinato presso diverse scuole della provincia, con la qualifica di addetti amministrativi, tecnici ed ausiliari (i cosiddetti Ata). Assunzioni su basi fasulle che hanno provocato un danno erariale che le Fiamme Gialle quantificano in due milioni di euro.

Le accuse

Le persone indagate sono accusate di aver conquistato le posizioni in graduatoria che hanno garantito loro l’assunzione presentando diplomi di qualificaprofessionale con votazione di 100 centesimi, oltre al possesso di esperienze lavorative. Per alcuni di questi, è emerso che il diploma era stato conseguito presso istituti scolastici fuori regione con il massimo dei voti, mentre i titoli di servizio erano stati maturati lavorando in improbabili scuole paritarie. La presenza di queste anomalie ha indotto i finanzieri della Compagnia di Cividale del Friuli a svolgere, con la collaborazione dell’Ufficio scolastico regionale e provinciale, approfondimenti sulla “carriera” scolastica di diversi

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: A Udine false attestazioni per vere assunzioni nella scuola: 39 indagati di Redazione Scuola Read More

Da Ilsole24ore.com: Gli ologrammi in scena al liceo «Einstein» di Molfetta di Redazione Scuola

Laboratori didattici

L’evento immersivo abilitato dall’innovativo Palco Olografico di Predict Bari. Si punta allo sviluppo delle competenze scientifiche

di Redazione Scuola

3′ di lettura

Entrano in aula gli ologrammi. I licei Einstein-Da Vinci di Molfetta in provincia di Bari sono stati protagonisti di un progetto innovativo e dalla forte componente tecnologica, veicolato attraverso il Palco Olografico dell’azienda Predict. Il progetto , volto fare a luce sull’influenza delle Steam nel corso dei secoli e ad abbattere il divario di genere nelle materie scientifiche, si è concluso con un evento dal titolo “Processo alle STE@M”, tappa intermedia del Progetto Regionale “Scuole in STE@M”.

Le scuole coinvolte

I ragazzi della rete di scuole coinvolte nel progetto che vede i licei Einstein-Da Vinci capofila hanno infatti autoprodotto e messo in scena, in una immaginaria aula di tribunale, un vero e proprio processo alle Steam, basato sull’analisi del ruolo che grandi scienziati e pensatori hanno rivestito nel corso della storia, i cui artefatti sono diventati prove tangibili della validità delle Steam. Sul banco degli imputati, cinque donne: Science, Technology, Engineering, Art e Mathematics – dall’acronimo Steam che ha dato il nome alla rappresentazioneNello spettacolo sono state messe in atto procedure di “meta-rappresentazione”: durante il processo, gli studenti hanno dialogo con uomini e donne del passato in un ambiente immersivo, sotto forma

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: Gli ologrammi in scena al liceo «Einstein» di Molfetta di Redazione Scuola Read More

Da Ilsole24ore.com: Ddl istruzione tecnica e professionale, via libera della Commissione VII del Senato al modello 4+2 di Redazione Scuola

Il provvedimento

Valditara: «Riforma fondamentale per valorizzare i nostri giovani e il sistema Paese»

di Redazione Scuola

1′ di lettura

La Commissione VII del Senato ha approvato questa mattina (21 dicembre) il disegno di legge governativo che riforma l’istruzione tecnico-professionale con l’introduzione del nuovo modello 4+2. Il ddl sarà calendarizzato in aula subito dopo la legge di Bilancio.
«Ringrazio il Presidente della Commissione Istruzione, Roberto Marti, la relatrice, Ella Bucalo, la sottosegretaria Paola Frassinetti, tutta la maggioranza parlamentare e le Regioni per l’importante lavoro che è stato fatto in questa tappa fondamentale dell’iter di approvazione del ddl. Un ringraziamento anche a quelle forze di opposizione che hanno collaborato in modo costruttivo alla riforma», ha dichiarato il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara.
«Si tratta di una riforma ambiziosa – ha proseguito Valditara – molto attesa dalle scuole e dal mondo produttivo e in cui questo governo crede fortemente. Avremo una filiera della formazione tecnica e professionale di serie A, grazie al potenziamento delle discipline di base e all’incremento di quelle laboratoriali e professionalizzanti; sarà più forte il raccordo fra scuola e impresa, si punterà molto anche sull’internazionalizzazione e sulla ricerca. Il nostro obiettivo è che i giovani abbiano la preparazione adeguata per trovare più rapidamente un impiego qualificato e che le imprese abbiano le professionalità

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: Ddl istruzione tecnica e professionale, via libera della Commissione VII del Senato al modello 4+2 di Redazione Scuola Read More

Da Ilsole24ore.com: Un Ddl sul presepe a scuola e divampa la polemica: nessuna imposizione di Redazione Scuola

Iniziativa della senatrice Mennuni

Un Ddl sul presepe a scuola e divampa la polemica: nessuna imposizione

Per FdI «è assolutamente inaccettabile» la decisione di alcuni istituti «di trasformare il Santo Natale nella “Festa d’Inverno”». La replica di presidi e sindacati

di Redazione Scuola

GettyImages

2′ di lettura

«Una provocazione», «una bufala», «una imposizione anacronistica» o, quantomeno, una «iniziativa fuori luogo». I dirigenti di alcune scuole multietniche sparse nello Stivale giudicano con queste parole l’iniziativa della senatrice FdI Lavinia Mennuni che in un disegno di legge vieta agli istituti scolastici «di impedire iniziative promosse da genitori, studenti, o dagli organi scolastici, volte a proseguire attività legate alle tradizionali celebrazioni legate al Natale e alla Pasqua cristiana, come l’allestimento del presepe, recite e altre manifestazioni ad essi collegate». Secondo FdI «è assolutamente inaccettabile» la decisione di alcuni istituti scolastici «di trasformare il Santo Natale nella “Festa d’Inverno”».

La Cisl

A spezzare una lancia a favore dell’iniziativa parlamentare è la Cisl Scuola. «Noi siamo l’Italia e il presepe è la rappresentazione per la quale a Natale siamo a casa; del resto non esiste la “Festa dell’inverno”. Non ne farei una battaglia di religione, sono le fondamenta della nostra cultura sulle quali la scuola non può soprassedere», dice la numero uno del sindacato, Ivana Barbacci.

Il «no» delle scuole multietniche

continua a leggere
Da Ilsole24ore.com: Un Ddl sul presepe a scuola e divampa la polemica: nessuna imposizione di Redazione Scuola Read More