Scuola Notizie

18 Novembre 2022

Aumenti e arretrati docenti e Ata, in caso di morte agli eredi le somme vanno calcolate per tutto il triennio di vigenza del contratto [VIDEO]

Arretrati ed aumenti salariali spettano in quota parte agli eredi di personale docente e ATA adesso defunto, ma in servizio nel periodo considerato? Si tratta di una delle domande a cui ha risposto Francesco Sciandrone, rappresentante del direttivo nazionale Uil Scuola Rua, intervenuto al Question time in diretta su Orizzonte Scuola TV, lo speciale dedicato al rinnovo del contratto. “Al personale deceduto -spiega il sindacalista – spettano gli arretrati e gli aumenti relativi al periodo di vigenza contrattuale. In caso di morte del lavoratore, “gli aumenti e gli arretrati spettano agli eredi, al coniuge e ai figli. Se non dovessero esistere coniuge e figli le somme andranno a parenti stretti, perchè queste sono somme dovute“. “Per quanto riguarda la buonuscita”, prosegue Sciandrone, “questa va data fino all’aumento dell’anno in cui è deceduta la persona. Se una persona viene a mancare una persona nel 2020, ai fini della pensione viene considerato tutto il triennio, ai fini della buonuscita ci sarà solo l’aumento del 2020″. Ascolta la risposta del sindacalista al minuto 22:21 IL QUESTION TIME Il contratto si applica a tutto il personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo determinato dipendente dalle amministrazioni del comparto indicate all’art. 5 del CCNQ sulla definizione dei comparti e delle aree di contrattazione collettiva nazionale del 3 agosto 2021. Con la locuzione “istituzioni scolastiche ed educative” vengono indicate: le scuole statali dell’infanzia, primarie e secondarie, le istituzioni educative, nonché ogni altro tipo di scuola statale. Quindi aumenti e arretrati spettano a tutto il personale in servizio nel periodo considerato, sia con contratto a tempo indeterminato che determinato. Lo speciale di Orizzonte Scuola con tutte le info utili e le cifre al netto  Chiedilo a Lalla Invia il tuo quesito a [email protected] Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata. , 2022-11-18 18:17:00, Arretrati ed aumenti salariali spettano in quota parte agli eredi di personale docente e ATA adesso defunto, ma in servizio nel periodo considerato?
L’articolo Aumenti e arretrati docenti e Ata, in caso di morte agli eredi le somme vanno calcolate per tutto il triennio di vigenza del contratto [VIDEO] sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie., Photo Credit: , redazione


Aumenti e arretrati docenti e Ata, in caso di morte agli eredi le somme vanno calcolate per tutto il triennio di vigenza del contratto [VIDEO]
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

Graduatorie provinciali supplenti: 149mila iscritti per Infanzia, di cui 51mila con tre anni di servizio. Record iscritti in Sicilia, Campania e Lazio

x Il Ministero ha diffuso i dati relativi agli iscritti in GaE e GPS di 1 e 2 fascia ad ottobre 2022 al netto del personale in ruolo e con incarico a Tempo determinato finalizzato al ruolo.

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

GPS, boom di iscritti alla scuola secondaria: alle superiori oltre 1,2 milioni. Alle medie più di 400 mila. Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia le regioni con più aspiranti

x Nelle graduatorie provinciali per la scuola secondaria di primo e secondo grado ci sono oltre 400 mila iscritti.

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

Piccoli poeti ad Acqui Terme: un concorso per gli studenti

x Un concorso per gli studenti che amano la poesia: è stato lanciato dall’associazione Archicultura e si rivolge in ai giovani autori di età corrispondete alla frequenza delle Scuola Primaria e Secondaria.

Scuola Notizie 9 Dicembre 2022

Scuola dell’Infanzia: obiettivo del Consiglio Ue la partecipazione del 96% di bambini entro il 2030

x Educazione e cura della prima infanzia e accesso a un’assistenza a lungo termine di alta qualità e a prezzi accessibili.

torna all'inizio del contenuto
//nossairt.net/4/4339693 https://tobaltoyon.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695