Scuola Notizie

7 Novembre 2022

A vent’anni dalla tragedia di San Giuliano il 46% delle scuole sono prive di collaudo statico

Vent’anni fa una scossa di terremoto provocava il collasso della scuola primaria di San Giuliano di Puglia in Molise, determinandone il crollo completo con la morte di 27 alunni e di una maestra. Rimasero intrappolati anche 8 insegnanti, 2 bidelli e 58 alunni. Molti sopravvissuti riportarono gravi ferite. Soltanto quell’edificio era crollato, mentre tutto intorno le case avevano resistito alla scossa tellurica, segno evidente che non erano stati messi in atto controlli e interventi necessari per assicurare sicurezza alla struttura e alle persone. Per quel crollo sono stati condannati i responsabili che avrebbero dovuto verificare e assicurare la tenuta della struttura con opportuno collaudo statico. Nel giorno della commemorazione, il 31 ottobre 2022, Fabrizio Curcio, capo della Protezione civile, ha dichiarato “Dopo vent’anni è stato fatto qualche passo avanti in tema di sicurezza delle scuole, ma c’è ancora molto, moltissimo da fare. Io credo che, se vogliamo rendere giustizia a questi eventi, a queste tragedie, dobbiamo impegnarci ognuno ad ogni livello: dal cittadino alla politica alla parte tecnica perché ancora la sicurezza delle scuole deve fare un passo importante“. “Dobbiamo ancora investire tanto – ha proseguito Curcio – Siamo in un momento di finanziaria e bilancio, io credo sia un segnale importante aumentare i fondi all’edilizia scolastica, alla messa in sicurezza, all’adeguamento e miglioramento sismico e non solo“. Dalle norme in materia si evince che il collaudo statico si esegue obbligatoriamente per tutte le opere di nuova costruzione, a prescindere dal tipo di manufatto o dai materiali utilizzati. Per quanto riguarda le opere già esistentiinvece, è necessario eseguirlo quando si compiono interventi di adeguamento e miglioramento sismico. Non è obbligatorio invece per piccoli interventi o riparazioni.   La scuola di San Giuliano rientrava con tutta probabilità nella fattispecie dell’obbligo del collaudo statico esteso alle opere già esistenti, in quanto nei mesi precedenti il crollo era stata interessata a diversi adattamenti strutturali. Ma qual è la situazione degli oltre 40mila edifici scolastici in ordine alla certificazione del collaudo statico? Ce lo dice il Portale dati del Ministero dell’Istruzione per l’edilizia scolastica relativi all’anno scolastico 2021-22. Sono 21.524, pari al 53,7% dei 40.079 edifici scolastici quelli che possiedono la certificazione del collaudo statico. Il 46,3% (cioè 18.555 edifici scolastici) non dichiara il possesso della certificazione. Sono un po’ più virtuosi i Comuni, perché il 55% degli edifici di scuole dell’infanzia e del primo ciclo (affidati per legge alla loro gestione) ne sono provvisti, mentre soltanto il 47,8% degli edifici scolastici che ospitano istituti superiori (affidati alla gestione delle Province) possiedono tale certificazione. È pur vero che l’obbligo del collaudo statico vale solo per le nuove costruzioni e per quelle che hanno provveduto agli adeguamenti strutturali, ma, pensando alla scuola di San Giuliano, quei 18.555 edifici senza collaudo statico – per i quali si spera non vi siano state modifiche strutturali – sono davvero sicuri? In quali territori la certificazione del collaudo statico è presente o manca?  © RIPRODUZIONE RISERVATA , , Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo
Vent’anni fa una scossa di terremoto provocava il collasso della scuola primaria di San Giuliano di Puglia in Molise, determinandone il crollo completo con la morte di 27 alunni e di una maestra. Rimasero intrappolati anche 8 insegnanti, 2 bidelli e 58 alunni. Molti sopravvissuti riportarono gravi ferite. Soltanto quell’edificio era crollato, mentre tutto intorno […]
The post A vent’anni dalla tragedia di San Giuliano il 46% delle scuole sono prive di collaudo statico appeared first on Tuttoscuola., Photo Credit: , Orazio Niceforo


A vent’anni dalla tragedia di San Giuliano il 46% delle scuole sono prive di collaudo statico
Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 7 Dicembre 2022

Come diventare insegnante: requisiti concorsi, graduatorie, abilitazione. In arrivo novità per la fase transitoria

x Come si diventa insegnante di ruolo? La legge 79/2022 riforma il percorso per diventare insegnanti con i nuovi concorsi.

Scuola Notizie 7 Dicembre 2022

Supplenze docenti, a dicembre ancora nomine da GPS 2022 con algoritmo. Bollettini aggiornati

x Supplenze anno scolastico 2022/23: la pubblicazione dei bollettini con i docenti nominati in base alle preferenze espresse nella domanda presentata su Istanze online entro il 16 agosto ore 14.

Scuola Notizie 6 Dicembre 2022

Fondo per il sistema 0-6 anni: un emendamento alla Camera ferma il taglio

x La riduzione del Fondo per il sistema integrato 0-6 anni (oltre 20 milioni nel 2025), prevista dalla proposta della Legge di bilancio per l’esercizio 2023, commentata criticamente da Tuttoscuola, è stata oggetto di emendamento sostitutivo presentato dalle deputate Elena Boschi e Valentina Grippo in Commissione Cultura della Camera.

Scuola Notizie 6 Dicembre 2022

Contratto scuola sottoscritto da sindacati e Aran. In arrivo aumenti e arretrati

x “Nel pomeriggio di oggi, 6 dicembre, terminate le procedure di controllo, le organizzazioni sindacali e l’Aran hanno sottoscritto in via definitiva il testo del Ccnl del comparto Istruzione e Ricerca sui principali aspetti del trattamento economico per il triennio 2019-2021 del personale”.

torna all'inizio del contenuto
//intorterraon.com/4/4339693 https://glimtors.net/pfe/current/tag.min.js?z=4339695