Scuola Notizie

12 Dicembre 2022

500 euro della Carta docente rubati da hacker e usati per comprare hardware su Amazon, testo denuncia. “Colleghi, controllate”

Skip to content Le hanno rubato i 500 euro della carta del docente e hanno speso su Amazon l’intero importo, appena accreditato con il nuovo anno scolastico. E’ questa la disavventura capitata a una professoressa in servizio in Calabria. La docente, A. D. N., residente a Bianco, provincia di Reggio Calabria, e in servizio presso l’Istituto comprensivo di Platì, sempre nella Locride, ha fatto l’amara sorpresa nei giorni scorsi, durante la recente festività, mentre si accingeva a generare un buono per un acquisto. “La sorpresa – conferma la docente, che abbiamo raggiunto telefonicamente dopo che era stata dai Carabinieri della Stazione di Bianco per sporgere denuncia, e che ci ha chiesto l’anonimato – l’ho avuta quando stamattina quando ho cercato di scaricare il buono per acquistare un tablet. Risulta speso interamente su Amazon.eu in hardware il 22 novembre 2022. Sono davvero basita e triste”. E lancia una raccomandazione sul gruppo Facebook Professioneinsegnante: “Andate a controllare, colleghi, anche voi!” Ma com’è possibile? Per accedere alla Carta del docente, così come succede su altre piattaforme della pubblica Amministrazione, serve lo Spid, che ha vari step di sicurezza. Ma secondo la sfortunata insegnante, gli step potrebbero essere stati violati uno dopo l’altro. La pubblicazione del fatto accaduto, sul gruppo, ha generato sconforto e preoccupazione tra i docenti intervenuti. Molti sottolineano la possibile fuga di dati personali che potrebbe essere avvenuta presso eventuali riparatori dei dispositivi, o il furto di dati possibilmente avvenuto presso negozi frequentati precedentemente e altro, circostanze che la docente esclude. Né la professoressa ha dei nomi di persone sospette che avrebbe potuto fornire al Carabinieri. Come se non bastasse, il dibattito creato in rete in poche ore ha portato allo scoperto l’ammissione di analoghe circostanze capitate ad altri colleghi: “ E’ capitato anche a me alla Feltrinelli – scrive il professor F. S. sul gruppo – Vado per produrre il buono corrispondente all’acquisto dei libri e… mi ritrovo con la carta docente prosciugata. Sono risultati acquisti on line di hardware su Amazon. Ho fatto anch’io denuncia”. Molti invece sostengono l’improbabilità, se non l’impossibilità, che un terzo possa avere avuto un così facile accesso a un account personale della Carta del docente. “Probabilmente avrai aperto il profilo su un qualche dispositivo a disposizione di altri e non avrai fatto il logout”, le risponde una collega. Cosa che la docente derubata nega. E poi sarebbe davvero così facile prelevare le credenziali e le password dello Spid da un terminale lasciato in astratto privo di logout? E non lo sa il potenziale autore che l’avvenuto acquisto di un bene su una piattaforma come quella di Amazon con una carta altrui verrebbe subito identificato? Peraltro l’utilizzo del buono su Amazon richiede una preventiva conversione del buono ministeriale in buoni Amazon attraverso vari step che richiedono a propria volta l’utilizzo delle credenziali altrui. La professoressa intanto non si capacita: “Non si capisce se è stato un furto di identità dello Spid: ho cambiato adesso la password – racconta lei – O che siano riusciti a scavalcare lo step dello Spid riuscendo ad entrare senza chiedere autorizzazione”. Fatto sta che alle ore 19:11 dell’8 dicembre scorso la docente si è recata presso la Stazione dei Carabinieri di Bianco, dove risiede con la famiglia, e ha presentato denuncia contro ignoti nelle mani dell’agente di polizia giudiziaria di turno. Non dovrebbe essere difficile risalire alle circostanze dell’acquisto. Tuttavia, se nell’acquisto illecito fossero state utilizzate tutte le credenziali eventualmente sottratte della docente, risulterebbe, sul piano formale, che l’acquisto medesimo non sia stato fatto da estranei. Ma non è detto. Altri contenuti che potrebbero interessarti , 2022-12-12 06:42:00, Le hanno rubato i 500 euro della carta del docente e hanno speso su Amazon l’intero importo, appena accreditato con il nuovo anno scolastico. E’ questa la disavventura capitata a una professoressa in servizio in Calabria.
L’articolo 500 euro della Carta docente rubati da hacker e usati per comprare hardware su Amazon, testo denuncia. “Colleghi, controllate” sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie., Photo Credit: , Vincenzo Brancatisano


Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola Notizie 27 Gennaio 2023

Orario flessibile personale ATA: a cosa serve, quali sono i vantaggi

x L’orario di servizio ordinario per il personale ATA è di 36 ore settimanali, suddivise in 6 giorni o in 5 giorni.

Scuola Notizie 27 Gennaio 2023

Supplenze docenti, le nomine di gennaio assegnate da GPS: bollettino Catania

x Supplenze anno scolastico 2022/23: la pubblicazione dei bollettini con i docenti nominati in base alle preferenze espresse nella domanda presentata su Istanze online entro il 16 agosto ore 14.

Scuola Notizie 26 Gennaio 2023

Maturità 2023: pubblicate le materie seconda prova. Latino al classico, Matematica allo scientifico

x Maturità 2023: Latino al Liceo classico, Matematica al Liceo scientifico, Economia Aziendale per gli Istituti tecnici del Settore economico indirizzo “Amministrazione, Finanza e Marketing”, Progettazione, costruzioni e impianti per l’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio”; sono alcune delle discipline scelte per la seconda prova scritta della #Maturità2023 in base al decreto firmato dal Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara.

Scuola Notizie 26 Gennaio 2023

Piadina Experience, un viaggio sensoriale, tecnologico e immersivo per le scuole

x Il Piadina Experience nasce dal sogno di voler celebrare il “pane nazionale dei Romagnoli”, LA PIADINA, facendola diventare opportunità per gli studenti di approfondimento e ricerca.

torna all'inizio del contenuto
//augailou.com/4/4339693 https://dibsemey.com/pfe/current/tag.min.js?z=4339695