orizzontescuolait-–-supplenti-brevi-senza-stipendio-da-mesi,-il-m5s:-situazione-assurda,-unica-in-europa.-si-trovi-soluzione-strutturale-redazione

“Ci sono migliaia di docenti precari per i quali le feste si sono concluse senza aver percepito lo stipendio, addirittura da settembre. È una situazione assurda, che rappresenta un unicum in Europa, per la quale pretendiamo una soluzione rapida a garanzia di questi lavoratori e delle loro famiglie”.

Così il capogruppo M5S in commissione Istruzione alla Camera, Antonio Caso.

Vigileremo attentamente – prosegue –  affinché già nella prossima settimana il ministero dell’Istruzione adempia al proprio impegno garantendo la legittima retribuzione a questi docenti, che hanno dovuto far fronte con difficoltà enormi a questi mesi senza stipendio”.

Ma soprattutto ci aspettiamo una soluzione strutturale affinché situazioni come queste non debbano ripetersi mai più in futuro“, conclude il pentastellato.

Nei giorni scorsi, la protesta di precari, sindacati e politici dell’opposizione si è fatta sentire. A seguito di ciò, il Ministero è intervenuto, chiarendo, tramite il Capo Dipartimento per le Risorse umane, finanziare e strumentali del Ministero dell’Istruzione e del Merito,  Jacopo Greco, l’emissione speciale per i precari per l’11 gennaio.

Il dirigente ministeriale ha evidenziato una situazione problematica che perdura dal 2013, con ritardi nei pagamenti degli stipendi dei docenti precari titolari di supplenze brevi.

“È dal 2013 che ogni anno vengono pagati in ritardo, fra gennaio e marzo, gli stipendi dei docenti precari titolari di supplenze brevi”, ha affermato Greco, illustrando come questi ritardi, che si accumulano per il periodo lavorativo settembre-dicembre, siano frutto di specifici problemi burocratici che coinvolgono più ministeri e diverse istituzioni.

Nonostante questa situazione, a dicembre 2023, il Ministero è riuscito a pagare circa 55mila precari, un risultato significativo data la complessità della questione. Inoltre, è stata concordata con il Ministero dell’Economia e delle Finanze un’assegnazione straordinaria per l’11 gennaio, per effettuare i 15mila pagamenti rimanenti e le mensilità di dicembre ancora non retribuite.

Pagamento supplenze brevi, emissione speciale l’11 gennaio. Entro il 10 le scuole devono autorizzare i ratei contrattuali. NOTA

Fonte originale dell’articolo:
Leggi di più qui:
Supplenti brevi senza stipendio da mesi, il M5S: Situazione assurda, unica in Europa. Si trovi soluzione strutturale
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.orizzontescuola.it/feed/

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *