orizzontescuolait-–-stipendi-supplenze-brevi,-il-grido-di-aiuto-dei-docenti:-bollette,-affitti,-spese-mediche.-costretti-a-prestiti-umilianti-per-vivere,-cosi-non-e-possibile-redazione

Molti insegnanti precari, assunti negli istituti statali a settembre/ottobre 2023, denunciano una situazione drammatica: non hanno ricevuto alcuno stipendio da allora, vivendo in condizioni di estrema difficoltà finanziaria.

Confrontati con spese quotidiane insostenibili – bollette, affitti, spese mediche – molti di loro sono costretti a ricorrere a prestiti umilianti per sopravvivere.

Su un gruppo Facebook, “Noi precari senza stipendio e diritti!”, i docenti condividono storie di disperazione e umiliazione. Nonostante il loro impegno professionale e il loro contributo essenziale alla continuità educativa, sono lasciati in uno stato di abbandono finanziario e morale da un sistema che non riconosce il loro valore.

La situazione solleva questioni critiche sulla giustizia sociale e i diritti lavorativi. Lavorare senza retribuzione per mesi infrange non solo la dignità professionale ma anche i diritti umani fondamentali. In un paese che si fregia di valori democratici e civili, questo scenario è inammissibile.

C’è un urgente bisogno di attenzione e intervento. Chiara De Nuccio, una delle tante insegnanti precarie, esprime un appello emotivo: è indispensabile che si dia voce a questa crisi, che non può più rimanere inosservata. La comunità educativa e la società civile sono chiamate a rispondere, a sostegno di coloro che educano le future generazioni dell’Italia.

La situazione mette in luce una crisi profonda nel sistema educativo italiano, dove il valore del lavoro educativo viene compromesso. È un appello che non solo richiede un intervento immediato per risolvere la crisi salariale, ma anche una riflessione sul rispetto e sul riconoscimento del ruolo vitale degli insegnanti nella società.

Stipendio docenti e ATA gennaio 2024, importo potrebbe essere simile a quello di novembre. Consultazione Pagamenti su NoiPA non funziona ancora

Fonte originale dell’articolo:

Continua qui:
Stipendi supplenze brevi, il grido di aiuto dei docenti: Bollette, affitti, spese mediche. Costretti a prestiti umilianti per vivere, così non è possibile
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.orizzontescuola.it/feed/

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *