orizzontescuolait-–-mastrocola:-i-genitori-sono-i-piu-acerrimi-nemici-dei-docenti,-fanno-i-sindacalisti-dei-figli.-cosi-non-si-va-da-nessuna-parte-andrea-carlino

Paola Mastrocola, docente e scrittrice, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano “Avvenire”, toccando temi cruciali del sistema educativo. La sua visione, esposta con passione, rivela un approccio deciso e tradizionalista verso l’istruzione, sottolineando l’importanza di non trascurare il sapere autentico in favore di metodologie didattiche moderne e meno esigenti.

Mastrocola mette in guardia contro la banalizzazione delle materie e l’introduzione di progetti estranei al curriculum tradizionale, che potrebbero risultare evanescenti e fuorvianti.

Sottolinea la necessità di mantenere un rigoroso standard accademico e di non sottovalutare l’importanza dell’impegno e della sfida intellettuale. Secondo lei, facilitare eccessivamente l’apprendimento non aiuta gli studenti più deboli; al contrario, è attraverso la padronanza di argomenti complessi che essi possono accedere a livelli di studio superiori e a carriere ambiziose.

L’autrice sottolinea la centralità dei libri, la scrittura di temi, e la traduzione dal latino, preferendoli a metodi più moderni come i test a crocetta o le tesine preconfezionate. La preferenza per gli approcci tradizionali non è vista da Mastrocola come reazionaria, ma come un vero e proprio atto di fiducia nel sapere e nella cultura. La sua visione si fonda sulla convinzione che la ricchezza del patrimonio culturale del passato debba essere trasmessa alle nuove generazioni, per evitare che si sentano perse in un contesto privo di solide fondamenta.

Il ruolo dei genitori

Un altro punto cruciale sollevato da Mastrocola riguarda la relazione tra genitori e insegnanti. Oggi, i genitori tendono a non essere alleati degli insegnanti, ma piuttosto si posizionano come loro avversari. Tale dinamica, secondo Mastrocola, è controproducente e impedisce un progresso efficace nell’educazione dei giovani: “Oggi i genitori non sono gli alleati dell’insegnante, ma i suoi più acerrimi nemici: fanno i sindacalisti dei figli, sempre lì a proteggerli dal mostro cattivo che vuole il loro male. Così non si va da nessuna parte”.

Leggi anche

Mastrocola: “Un insegnante non è onnipotente, non è capace di far tutto. Se ha studiato matematica, non chiediamogli di fare lo psicologo”

Fonte originale dell’articolo:

Leggi di più dalla fonte originale:
Mastrocola: I genitori sono i più acerrimi nemici dei docenti, fanno i sindacalisti dei figli. Così non si va da nessuna parte
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.orizzontescuola.it/feed/

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *