tuttoscuola.com-–-concorsi-scuola,-lincognita-delle-aggregazioni:-chi,-dove,-quando?-orazio-niceforo

Dopo avere presentato domanda di partecipazione ai concorsi scuola entro il prossimo 9 gennaio, indicando anche la regione (una sola) in cui ciascun candidato intende concorrere, comincerà l’attesa per affrontare le prove: lo scritto per tutti e successivamente – soltanto per chi lo supera con almeno 70/100 – anche l’orale.

Concorsi scuola: preparati con noi!

Alla domanda “quando?” non è facile rispondere, perché sarà innanzitutto il ministero a dare l’ok dopo avere validato i quesiti predisposti appositamente da un’agenzia specializzata; saranno poi gli USR, almeno 15 giorni prima della prova scritta concorsi scuola a pubblicare l’avviso (che serve anche da notifica per ogni candidato) della sede e dell’orario di svolgimento della prova.

Poiché è interesse di tutti – e del Ministero in primis – velocizzare i tempi, lo scritto potrebbe svolgersi entro febbraio.

Alla domanda “dove?” risponde il bando concorsi scuola: nella regione scelta dal candidato e, come precisato prima, nella sede indicata dall’avviso dell’USR.

Attenzione! Il “dove?” cambia, invece, per la prova orale.

Infatti, l’allegato 2 del bando, titolato “Aggregazioni” (per il concorso di infanzia e di primaria) oppure “Classi di concorso oggetto di aggregazione” (per il concorso di secondaria di I e di II grado), indica dettagliatamente per tipologia di posto e per classe di concorso la regione presso cui si svolgerà la prova orale sia per i candidati di quella regione sia per i candidati delle regioni aggregate (che a casa loro avevano già sostenuto positivamente lo scritto).

Un esempio per capire meglio, tratto dall’allegato 2 del concorso della secondaria:

“per la classe di concorso A001 (Arte e Immagine nella sec. I grado) sono individuati cinque USR presso cui si svolgeranno le prove orali: per l’USR Lazio, oltre ai propri candidati, non vi sono candidati di altre regioni aggregate, in quanto il numero dei posti è sufficientemente elevato; lo stesso vale per la Sardegna; all’Emilia R., invece, oltre ai candidati locali, saranno aggregate le regioni Calabria, Sicilia, Campania, Puglia, Toscana, Marche e Umbria con i propri candidati; per il Veneto, oltre ai candidati della stessa regione, sarà aggregata il Friuli VG con i propri candidati; infine, alla Liguria, oltre ai propri candidati, saranno aggregate Piemonte e Lombardia con i rispettivi candidati”.

Al termine delle prove orali concorsi scuola, le commissioni esaminatrici stilano graduatorie di merito (GM) distinte per ciascuna regione aggregata.

A differenza della prova scritta concorsi scuola per la quale la data è unica su tutto il territorio nazionale, il “quando?” della prova orale è, invece, comunicato direttamente a ciascun candidato.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte originale dell’articolo:
Leggi l’originale qui:
Concorsi scuola, lincognita delle aggregazioni: chi, dove, quando?
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.tuttoscuola.com/feed/

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *