orizzontescuolait-–-assicurazione-inail-docenti-e-studenti,-calderone:-puntiamo-a-renderla-strutturale.-la-sicurezza-e-una-filosofia-di-vita,-si-impara-a-scuola-andrea-carlino

Il Ministro del Lavoro, Marina Calderone, in un’intervista con il Sole 24 Ore, ha evidenziato un sostanziale cambio di paradigma nella politica del lavoro.

Con la fine del Reddito di Cittadinanza, il focus si sposta ora verso l’integrazione attiva nel mondo del lavoro. Il governo mira a potenziare la formazione con un budget aggiuntivo di 1 miliardo di euro per il programma Gol, volto a rafforzare le politiche attive del lavoro. L’approccio, ispirato ai principi della Carta costituzionale, pone l’accento sulla centralità del lavoro come strumento di partecipazione attiva nella comunità nazionale.

La nuova misura dell’Assegno di Inclusione ha già raccolto oltre 400mila domande, dimostrando un alto interesse da parte dei cittadini. L’iniziativa intende fornire un supporto più mirato rispetto al precedente Reddito di Cittadinanza, affiancando i beneficiari con opportunità di formazione e inserimento lavorativo. Inoltre, il Ministro Calderone conferma l’obiettivo di ridurre il costo del lavoro, favorendo sia i lavoratori che le imprese.

Sulla tutela Inail per docenti e studenti, Calderone rivela che il governo mira a consolidare lo strumento: Con i ministeri dell’Economia e Finanze, e dell’Istruzione e Merito, abbiamo preso l’impegno di rendere strutturali le tutele Inail. La sicurezza è una filosofia di vita, non solo sul lavoro, ma anche prima e dopo, da apprendere fin dai banchi di scuola. La sfida di un mondo del lavoro più sicuro sarà vinta quando la cultura della prevenzione si diffonderà in modo capillare. Dare sicurezza al lavoro è uno degli obiettivi primari del mio mandato”.

La legge 85/2023, approvata in primavera, c’è l’estensione della tutela assicurativa Inail a tutte le attività di insegnamento-apprendimento e poi l’introduzione di un fondo per l’indennizzo dei familiari degli studenti vittime di infortuni in occasione delle attività formative e durante i PCTO.  Dieci i milioni di euro per il 2023 e 2 milioni di euro l’anno dal 2024.

TESTO

Una delle principali novità riguarda il personale docente, che ora beneficia di una copertura assicurativa estesa a tutte le attività di insegnamento. Ciò comprende non solo i professori e i ricercatori a tempo indeterminato, ma anche i docenti a contratto e coloro che hanno assegni o contratti di ricerca. Inoltre, la tutela copre tutti gli eventi lesivi occorsi durante le attività lavorative, inclusi gli infortuni in itinere, senza limiti di orario.

Il personale scolastico è ora assicurato per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali verificatesi all’interno dei luoghi di insegnamento e durante tutte le attività didattiche, interne ed esterne, organizzate e autorizzate dalle istituzioni scolastiche.

Studenti

Le nuove norme estendono anche la copertura assicurativa agli studenti del sistema nazionale di istruzione e formazione, inclusi gli alunni della scuola dell’infanzia. Ora, la tutela Inail si applica a tutti gli eventi lesivi riconducibili ai luoghi di svolgimento delle attività didattiche e alle attività organizzate e autorizzate dagli istituti scolastici. Questo include le uscite didattiche, i viaggi d’istruzione e altre attività educative.

Tuttavia, gli infortuni in itinere sono ancora esclusi dalla copertura assicurativa, tranne quelli che avvengono durante i percorsi di istruzione e formazione.

Assicurazione

Le scuole statali non devono intraprendere alcuna azione specifica in merito all’assicurazione, mentre le scuole non statali devono pagare un premio speciale annuale per assicurare gli studenti. Il premio è calcolato in base al numero di alunni assicurati e ha una scadenza entro il 16 novembre 2023.

Inoltre, entro il 30 novembre 2023, tutte le scuole, statali e non statali, devono comunicare il numero degli alunni e degli studenti che hanno frequentato i corsi nell’anno scolastico/accademico precedente per determinare il premio di regolazione.

Le modalità di assicurazione variano in base alla tipologia di istituzione scolastica e al tipo di soggetto assicurato, che siano docenti, studenti o altre figure di istruttori e allievi.

Fondo per le Vittime

Un ulteriore sviluppo importante è l’istituzione di un Fondo per le Vittime, che fornisce sostegno economico ai familiari degli studenti deceduti a seguito di infortuni durante le attività formative. Questo fondo ha una dotazione di 10 milioni di euro per il 2023 e 2 milioni di euro annui a partire dal 2024.

CIRCOLARE

Fonte originale dell’articolo:

Continua qui:
Assicurazione INAIL docenti e studenti, Calderone: Puntiamo a renderla strutturale. La sicurezza è una filosofia di vita, si impara a scuola
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.orizzontescuola.it/feed/

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *