L’allarme lanciato dalla giurista Elisabetta Frezza, durante il suo intervento a Canale Italia, sulla situazione attuale della scuola è inequivocabile e merita un’analisi attenta.

Frezza sottolinea un “tracollo delle capacità degli studenti” in lettura, comprensione e matematica. La preoccupazione trova riscontro nei risultati delle prove Invalsi e Ocse Pisa, ma, come sottolinea Frezza, la realtà nelle scuole lo conferma quotidianamente.

La giurista descrive un “progressivo deterioramento” dei livelli di apprendimento. Studenti che arrivano al liceo senza competenze basilari come tenere una penna o prendere appunti. La situazione genera non solo problemi educativi ma anche frustrazione tra gli studenti stessi.

La marginalizzazione degli insegnanti è un altro tema cruciale. Frezza critica la “personalizzazione della didattica”, ritenendola controproducente perché mantiene lo studente in uno status quo senza stimolare miglioramenti. Tale approccio sottolinea il ruolo dell’alunno onnipotente, a discapito della figura dell’insegnante.

Frezza indica anche il periodo emergenziale come un catalizzatore che ha amplificato questi problemi. La conseguenza è una generazione di studenti in “forte disagio” e con difficoltà nell’apprendimento.

La soluzione proposta da Frezza è un ritorno alle radici dell’educazione. La scuola deve riappropriarsi del suo compito fondamentale: trasmettere conoscenze sedimentate nel tempo, universali ed eterne. Ciò contrasta con l’attuale tendenza a inseguire la realtà sociale e ideologica del momento.

La giurista pone l’accento sulla necessità di coltivare la padronanza della materia e della lingua madre come fondamenta per sviluppare un vero senso critico nei giovani. Infine, Frezza avverte contro approcci educativi che ritiene “omologanti” e di matrice totalitaria, sostenendo che la scuola dovrebbe restare un passo indietro rispetto alla società, concentrando piuttosto sulla costruzione di una solida base di conoscenze e capacità critiche.

Fonte originale dell’articolo:
Leggi di più:
Frezza: Gli studenti arrivano al liceo senza tenere bene una penna o prendere appunti, tracollo preoccupante delle loro capacità
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.orizzontescuola.it/feed/

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *