tecnicadellascuola.it-–-supplenze-docenti,-ecco-come-si-procede-dopo-il-31-dicembre-per-coprire-i-posti-vacanti-e-disponibili-lucio-ficara

formazione docenti

L’anno solare 2023 sta arrivando al suo tramonto e tra pochi giorni entreremo nell’anno 2024. Il 31 dicembre è una data importante ai fini delle procedure delle supplenze per i posti rimasti vacanti e disponibili o anche solamente disponibili.

Supplenze da GaE e GPS

Dall’inizio dell’anno scolastico 2023/2024, fino al 31 dicembre 2023, nei vari uffici scolastici provinciali si è arrivati, in media, al decimo turno di nomine annuali e fino al termine delle attività didattiche. Ma anche in gennaio ci saranno ancora nomine effettuate dagli uffici scolastici da GaE e GPS per le supplenze annuali e al 30 giugno 2024.

L’OM 112 del 6 maggio 2022 all’art.2, comma 4, dice: “In subordine alle operazioni di cui ai commi precedenti, si provvede con la stipula di contratti a tempo determinato secondo le seguenti tipologie:
a) supplenze annuali per la copertura delle cattedre e posti d’insegnamento, su posto comune o di sostegno, vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre e che rimangano
presumibilmente tali per tutto l’anno scolastico;
b) supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche per la copertura di cattedre e posti d’insegnamento, su posto comune o di sostegno, non vacanti ma di fatto disponibili, resisi tali entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico e per le ore di insegnamento che non concorrano a costituire cattedre o posti orario;
c) supplenze temporanee per ogni altra necessità diversa dai casi precedenti”.

Il comma 5 del medesimo articolo specifica che per l’attribuzione delle supplenze annuali e delle supplenze temporanee fino al termine delle attività didattiche di cui al comma 4, lettere a) e b), sono utilizzate le GAE. In caso di esaurimento o incapienza delle stesse, in subordine, si procede allo scorrimento delle GPS. In caso di esaurimento o incapienza delle GPS, sono utilizzate le graduatorie di istituto.

Questo significa che gli incarichi di supplenza sui posti vacanti e disponibili o sui posti non vacanti ma di fatto disponibili entro il 31 dicembre 2023, possono avvenire anche nei mesi gennaio o febbraio 2024 ed essere coperti dallo scorrimento delle GaE e in subordine dalle GPS. Quindi i primi turni di incarichi di supplenza docenti del 2024 verranno disposti dall’ufficio scolastico provinciale, utilizzando le graduatorie ad esaurimento o le GPS.

Se dopo il 31 dicembre 2023 si dovessero verificare posti vacanti e disponibili o non vacanti, ma disponibili di fatto, allora in tal caso, siccome la disponibilità è intervenuta nel 2024 e comunque dopo il 31 dicembre 2023, allora l’incarico sarà effettuato dalle graduatorie di Istituto ed avrà durata fino al termine delle lezioni.

Fonte originale dell’articolo:

Leggi di più dalla fonte originale:
Supplenze docenti, ecco come si procede dopo il 31 dicembre per coprire i posti vacanti e disponibili
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.tecnicadellascuola.it/feed

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *