tecnicadellascuola.it-–-concorso-dirigente-scolastico:-prossimo-il-bando-straordinario,-requisiti-e-prove-francesco-di-palma

Castrolibero

Il 20 novembre 2023 è stato pubblicato il DPCM con il quale è stato autorizzato il Ministro dell’Istruzione e del Merito ad avviare due procedure concorsuali per la copertura di 979 posti di dirigente scolastico per gli anni scolastici 2023/2024, 2024/2025 e 2025/2026. I suddetti posti sono suddivisi in 587 da coprire attraverso la procedura ordinaria il cui bando è stato pubblicato il 19 dicembre 2023 e 392 posti tramite procedura straordinaria il cui bando dovrebbe essere emanato prossimamente.

Possono partecipare alla procedura riservata, previo versamento di una quota pari a € 350,00, gli aspiranti dirigenti scolastici che versino in una delle seguenti condizioni:
• Abbiano proposto ricorso entro i termini di legge e abbiano pendente un contenzioso giurisdizionale per mancato superamento della prova scritta;
• Abbiano proposto ricorso entro i termini di legge e abbiano pendente un contenzioso giurisdizionale per mancato superamento della prova orale.

Prove previste

Il concorso riservato ai candidati su menzionati prevede:
• Per i candidati che non hanno superato la prova scritta e che abbiano proposto ricorso entro i termini di legge e abbiano pendente un contenzioso giurisdizionale è prevista una prova scritta, su computer based consistente in cento quesiti a risposta chiusa della durata di 120 minuti;
• Per i candidati che non hanno superatola prova orale e che abbiano proposto ricorso entro i termini di legge e abbiano pendente un contenzioso giurisdizionale è prevista una prova orale della durata di sessanta minuti consistente in un colloquio su un quesito sorteggiato dal candidato fra quelli predisposti dalla commissione.

Corso intensivo

I candidati che superano la prova con un punteggio minimo di 60/100, sono ammessi a partecipare a un corso intensivo di formazione della durata di 120 ore, previo versamento di un contributo pari € 1.500,00 finalizzato alla copertura integrale dei costi dell’attività di formazione. I corsisti ammessi al corso intensivo oltre a non avere diritto all’esonero dal servizio dovranno provvedere alle eventuali spese di viaggio, vitto e alloggio.

Strutturazione corso intensivo

Il corso intensivo di formazione si compone di quattro moduli formativi e può prevedere sessioni di formazione erogabili anche a distanza, al termine del corso è prevista una prova finale alla quale sono ammessi i candidati che abbiano frequentato almeno il 75% delle ore di ciascuno dei quattro moduli formativi previsti.

Moduli formativi del corso intensivo

I quattro moduli previsti nel percorso intensivo di formazione per i candidati ammessi alla frequenza sono:
MODULO A)
La gestione unitaria delle istituzioni scolastiche, l’autonomia scolastica, l’organizzazione del sistema educativo d’istruzione e formazione, l’organizzazione degli ambienti di apprendimento con particolare riferimento all’inclusione scolastica e alla progettazione, l’innovazione digitale e metodologica, l’alternanza scuola-lavoro, gli attori e i progetti e le reti tra scuole e il loro rapporto con il territorio.
MODULO B)
L’organizzazione del lavoro; la gestione e la valorizzazione del personale scolastico con particolare attenzione alla formazione in servizio; la programmazione e la gestione dell’organico dell’autonomia; la leadership per l’apprendimento e il successo formativo degli studenti, con particolare riferimento alle tematiche relative all’inclusione scolastica e all’orientamento; il management e la relazione con gli stakeholders esterni e interni, la rendicontazione sociale al servizio dell’autonomia scolastica e dei processi di valutazione.
MODULO C)
La responsabilità civile, penale ed erariale del dirigente scolastico; la gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche con particolare riferimento al bilancio annuale e alla sua correlazione con la programmazione triennale dell’offerta formativa; la gestione del contenzioso scolastico e i procedimenti disciplinari; diritto di accesso e trasparenza; sicurezza sui luoghi di lavoro; la disciplina dei contratti pubblici relativa a lavori, servizi e forniture applicata al contesto delle istituzioni scolastiche; relazioni sindacali.
MODULO D)
Il processo di valutazione delle istituzioni scolastiche e del personale scolastico, con particolare riferimento ai dirigenti scolastici; il Piano Triennale dell’Offerta Formativa; il Rapporto di Autovalutazione e il Piano di Miglioramento delle istituzioni scolastiche; la progettazione e la rendicontazione di attività finanziate con fondi nazionali ed europei.

Prova finale

La prova finale del corso intensivo consiste in un’esposizione orale su una relazione scritta sulle attività formative previste dal corso e su un elaborato di carattere teorico-pratico sulle materie oggetto dei moduli formativi previsti dal decreto.

Fonte originale dell’articolo:
Altro qui:
Concorso dirigente scolastico: prossimo il bando straordinario, requisiti e prove
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.tecnicadellascuola.it/feed

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *