orizzontescuolait-–-stipendi-docenti-e-ata,-sul-maxi-anticipo-una-tantum-vengono-prelevati-i-contributi.-i-chiarimenti-di-inps-e-noipa-andrea-carlino

Molti dipendenti pubblici (compresi docenti e Ata) hanno scoperto che l’anticipo del prossimo rinnovo dei contratti, erogato insieme alla tredicesima, è stato inferiore alle aspettative per coloro con stipendi fino a 35 mila euro.

Nonostante il diritto alla decontribuzione del 7% per redditi fino a 25 mila euro e del 6% per quelli tra 25 mila e 35 mila euro, l’anticipo ha subito la detrazione dei contributi.

Il governo ha stanziato quasi 8 miliardi per il rinnovo dei contratti pubblici. Con un decreto specifico, ha deciso di pagare un “acconto” degli aumenti nelle buste paga di dicembre, equivalente a 6,7 volte l’indennità di vacanza contrattuale. La misura avrebbe dovuto essere “neutrale” ai fini della decontribuzione, per evitare che i dipendenti superassero la soglia di reddito e perdessero il beneficio.

Tuttavia, l’Inps, attraverso una circolare, ha chiarito che, benché l’anticipo sia neutrale per il calcolo del reddito, i contributi previdenziali e assistenziali su di esso vanno comunque versati. L’interpretazione è stata confermata da NoiPa. Di conseguenza, chi ha retribuzioni inferiori a 25 mila euro dovrà versare tutti i contributi, incluso il 7% che non versa sullo stipendio. Analogamente, chi si trova nella fascia 25-35 mila euro dovrà pagare il restante 6% di contributi.

La situazione potrebbe complicare le trattative sindacali per il rinnovo del contratto. Il taglio dei contributi per un reddito fino a 35 mila euro, che vale il 6%, potrebbe essere neutralizzato dall’aumento medio del 5,8% per gli statali. Per i redditi tra 33 e 35 mila euro, l’aumento previsto potrebbe far superare la soglia di 35 mila euro, facendo perdere la decontribuzione. Il governo è al lavoro per trovare una soluzione a questo dilemma.

Tale somma, come detto più volte, viene disposta a valere sul 2024, configurando dunque un anticipo (e non un arretrato), che andrà poi scontato dagli aumenti a regime che vi saranno con i futuri rinnovi contrattuali.

Fonte originale dell’articolo:
Leggi di più qui:
Stipendi docenti e ATA, sul maxi-anticipo una tantum vengono prelevati i contributi. I chiarimenti di INPS e NoiPA
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.orizzontescuola.it/feed/

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *