pace-contributiva-per-riscattare-periodi-non-coperti-da-contributi:-rinnovata-per-2024-e-2025

Torna la pace contributiva per coprire buchi nella propria carriera lavorativa, ecco come funziona.

Con la Legge di Bilancio 2024 torna la pace contributiva che permette di riscattare fino a 5 anni di contributi per periodi scoperti nella propria carriera lavorativa. Rispondiamo a una nostra lettrice che ci chiede:

Buongiorno, avrei necessità di un vostro punto di vista sul modo migliore di gestire il buco contributivo di 1 mese tra un datore di lavoro ed un altro. Vorrei capire quali opzioni ho a disposizione e a quali avrei diritto. La mia posizione è di dirigente. Grazie mille

Può usare la pace contributiva per riscattare il mese di contributi in questione, ma solo se rientra in determinati parametri che le illustrerò di seguito. Si tratta di una misura già introdotta dal decretone del 2019 e che è stata valida fino al 2021. Ora è stata prevista nuovamente per il biennio 2024/2025.

La pace contributiva permette di riscattare fino a 5 anni di contributi per periodi privi di contribuzione pagando un onere. La possibilità, però, è riservata solo ai contributivi puri, ovvero coloro che non hanno contributi versati prima del 1° gennaio 1996.

Con la pace contributiva si possono riscattare solo contributi privi di contributi ed esenti da obbligo contributivo (ad esempio non è possibile riscattare un periodo in cui si è prestato servizio, ma il datore di lavoro non ha versato i contributi, per quello esiste un’altra misura che è costituzione della rendita vitalizia, un riscatto oneroso che permette di recuperare quanto non versato dal datore di lavoro).

Il costo del riscatto si calcola applicando il sistema contributivo all’imponibile dei 12 mesi precedenti applicando l’aliquota:

  • Per lavoratori dipendenti: aliquota 33%;
  • per lavoratori autonomi: 24% (circa(;
  • per chi versa nella Gestione Separata Inps: 25,72%.
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

L’articolo originale è stato pubblicato da:
Altro qui:
Pace contributiva per riscattare periodi non coperti da contributi: rinnovata per 2024 e 2025

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *